Uits: la questione dei tre mandati finisce in Parlamento

Quarta interrogazione parlamentare in tre mesi per l'Uits: in questo caso è il senatore Durnwalder a focalizzare l'attenzione sul nodo spinoso dei tre mandati per i presidenti di Tsn previsto dal nuovo statuto

L'Uits guidata dal commissario straordinario Igino Rugiero colleziona una ulteriore interrogazione parlamentare, la quarta dall'inizio di luglio: questa volta a chiedere lumi al ministero della Difesa sulle scelte che si stanno operando in questi mesi è il senatore altoatesino Meinhard Durnwalder (Svp), che ha focalizzato la propria attenzione sul nodo spinoso del limite dei tre mandati per i presidenti di Tsn, evidenziato in primis da Armi e Tiro e, pochi giorni fa, dal presidente del comitato regionale Campania Costantino Vespasiano. "Stando a notizie ufficiose", osserva Durnwalder nella propria interrogazione, "il testo del nuovo statuto potrebbe contenere il principio dei tre mandati per le cariche elettive (presidente e consiglieri) delle associazioni sportive dilettantistiche; considerato che nella Provincia autonoma di Bolzano (e non solo) questo sport viene esercitato in associazioni di volontariato di piccole dimensioni, motivo per cui mancano spesso delle alternative per la copertura delle cariche elettive, si chiede di sapere se la notizia trovi conferma nel testo del nuovo statuto inviato all'attenzione dei Ministri in indirizzo e, in caso affermativo, se non ritengano di intervenire affinché il principio dei tre mandati non sia applicabile alle associazioni sportive dilettantistiche di piccole dimensioni".

A tal proposito, aggiungiamo noi, sarebbe interessante anche sapere se vi siano altre discipline sportive del Coni le cui associazioni sportive dilettantistiche siano soggette ad analogo limite di mandati per le cariche di vertice.

Per leggere il testo integrale dell'interrogazione, CLICCA sull'allegato qui sotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Le ultime prove