26 novembre 2019

Il primo passo verso la nuova EXA

Venerdì 29 novembre si apre con un forum a Brescia il percorso che porterà a Futura Economia X l’Ambiente (EXA), in programma tra un anno esatto

Primo appuntamento al polo fieristico Brixia Forum del percorso che eleggerà Brescia capitale dell’economia sostenibile con l’evento “FUTURA Economia X l’Ambiente”. Il forum (leggi il programma nel pdf allegato), in programma venerdì 29 novembre alle 10, anticipa di un anno esatto la manifestazione e introdurrà i temi che saranno al centro dell’edizione 2020 della manifestazione che coniugherà uomo, natura e ambiente con innovazione e green economy. L’evento, promosso da Pro brixia con il coinvolgimento dell’Associazione industriali di Brescia, Coldiretti, e Fondazione Una, e in collaborazione con The European house-Ambrosetti, si rivolge ai vertici della business community, ai rappresentanti del governo, del parlamento europeo e ai vertici delle istituzioni a livello regionale e provinciale, oltre che al mondo accademico. Interverranno esponenti di prestigio ed esperti del tema quali David Adler, coordinatore della campagna The Green news deal for Europe; Paolo De Castro, componente della commissione Agricoltura del parlamento europeo; Silvio Barbero, vice presidente dell’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo; Lorenzo Bertacchi, presidente di Federcaccia Lombardia; Silvano Brescianini di Coldiretti Brescia. In conclusione, è previsto anche l’intervento del ministro per lo Sviluppo economico, Stefano Patuanelli.

Nel corso del forum si porranno le basi per lanciare un’operazione altamente innovativa nel panorama italiano con una visione sistemica: ribadire che la sostenibilità è un fattore di competitività per il Paese e le sue imprese. Il percorso intrapreso verso la prossima edizione di FUTURA Economia X l’Ambiente estende i propri benefici oltre i confini di Brescia e può accrescere la consapevolezza sul tema a livello dei sistema-Paese, ma anche in Europa, affermando Brescia come un laboratorio di riferimento su temi di frontiera che hanno importanti ricadute sullo sviluppo economico-sociale di medio-lungo termine.

Il forum sarà moderato da Eva Giovannini, giornalista e conduttrice televisiva Rai. Muovendo dalla consapevolezza di come il concetto di sostenibilità si stia facendo largo in molti ambiti della quotidianità, la fiera intende creare occasioni di approfondimento. Finalità principale è dunque quella di promuovere e diffondere sul territorio nazionale la conoscenza delle “buone pratiche” di consumo e produzione, valorizzando specificità ed eccellenze grazie al racconto di case history di settore, in rete e in sinergia con il tessuto istituzionale, associativo e imprenditoriale.

A partire dall’acronimo del marchio EXA, che da “EXhibition Arms” muta in “Economia X l’Ambiente”, FUTURA Economia X l’Ambiente si preannuncia come un evento espositivo saldamente legato alla vocazione, alle eccellenze e alle tradizioni del territorio, ma con un approccio del tutto rinnovato sulla scorta delle necessità rilevate dall’ascolto della filiera e di uno sguardo rivolto ad alcuni tra i temi sfidanti del futuro a livello mondiale.

Tra gli obiettivi principali della manifestazione fieristica vi sono la valorizzazione e il consolidamento della leadership territoriale, costituire una vetrina di alta qualità in grado di mostrare pratiche virtuose sui temi dell’economia circolare per informare il visitatore dell’esistenza di imprese del territorio che hanno scelto la strada dell’impegno in attività sostenibili. Il percorso si snoderà attraverso esperienze multisettoriali “cross industry”, funzionali a far convergere i diversi ambiti di competenza e far prendere coscienza del ruolo di leader che Brescia ha conquistato in numerosi comparti. La manifestazione avrà, inoltre, il compito di arricchire culturalmente il visitatore, attraverso esperienze formative, convegni e laboratori in grado di aprire nuovi scenari al fine di far passare il messaggio per cui modificare il comportamento in favore della sostenibilità ambientale è possibile, oltre che doveroso. Su richiesta di Pro Brixia, il progetto embrionale alla base di FUTURA Economia X l’Ambiente è stato elaborato dall’università di Pollenzo (Cn), che ha posto l’accento sul triplice concetto di “selvatico, naturale, spontaneo”. Nozioni funzionali a favorire la rappresentazione di prodotti, energie e opportunità, raccontate attraverso le esperienze e le buone pratiche messe a punto da realtà in cui la creatività umana ha trovato il modo più sostenibile possibile per utilizzare le risorse naturali.

Alla base dell’organizzazione dell’evento fieristico 2020 c’è un sistema di valori che deve essere portato avanti da tutti gli ambasciatori del progetto, impegnati nella valorizzazione di buone prassi che indichino alle imprese del territorio le attività sostenibili che valorizzano l’economia circolare. Aib, Fondazione Una onlus e Coldiretti hanno per prime raccolto l’invito della presidente di ProBrixia, Giovanna Prandini e del presidente della Camera di commercio di Brescia, Giuseppe Ambrosi.

L’organizzazione dell’evento fieristico 2020 è a cura di ProBrixia in collaborazione con Lombardia Fiere, la rete di imprese nata nel 2017 dalla collaborazione tra i polo fieristici di Brescia, Montichiari, Bergamo e Cremona

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Le ultime prove