Ross 1905 Mk II: in spalla alle Giubbe rosse

Ross 1905 Mk II: in spalla alle Giubbe rosse

Fu uno sfortunato tentativo di produrre un fucile di concezione nazionale. Il Ross canadese non ebbe successo, perché costruito con tolleranze troppo strette. Oggi è un ambito oggetto da collezione

Moisin Nagant 1891/30 calibro 7,62x54R

Moisin Nagant 1891/30 calibro 7,62x54R

È l’arma a ripetizione manuale prodotta, probabilmente, nel maggior numero di esemplari. Ecco perché nelle armerie, ultimamente, si può trovare per cifre intorno ai 200 euro e forse per questo, complice anche l’aspetto un po’ rozzo, è snobbata dai “puristi” del collezionismo, quelli per intenderci che “se non è Mauser è un rottame”. Eppure è un’arma, oltre che significativa dal punto di vista storico per essere una delle gr...

Rsaf Em2 calibro .280/30

Rsaf Em2 calibro .280/30

Il crollo del reich germanico, nel 1945, mise a disposizione dei tecnici alleati il patrimonio inestimabile di brevetti e prototipi di armi messi a punto per la Wehrmacht. Si trattava, a volte, di semplici tentativi, che difficilmente sarebbero potuti sfociare in applicazioni concrete. Altre volte, si trattava di veri e propri colpi di genio, che avrebbero influenzato la progettazione dei successivi decenni. Particolare in...

Izhmash Yunker 3 calibro 4,5 mm

Izhmash Yunker 3 calibro 4,5 mm

Vai alla galleria delle fotoLa carabina Yunker 3 è la versione di libera vendita a Co2 del fucile d’assalto Ak 101, prodotto dalla stessa azienda che realizza il modello “a fuoco”, la russa Izhmash. La famiglia Yunker comprende anche un modello a canna più corta, ispirato al fucile d’assalto compatto Ak 102 e denominato Yunker 2 (Armi e Tiro, agosto 2003). L’attuale serie Yunker costituisce un aggiornamento di un modello di qualche anno fa, che si di...

Winchester Lee Navy 1895 calibro 6 mm

Winchester Lee Navy 1895 calibro 6 mm

Vai alla galleria delle fotoNegli anni Novanta del XIX secolo, tutti i principali Paesi stavano adeguando il proprio armamento in conseguenza della repentina evoluzione tecnica in corso. In particolare, per le armi lunghe, l’introduzione dei propellenti senza fumo aveva portato a una generica riduzione del calibro dei proiettili, pensionando ben presto il “lento e pesante” a favore del “piccolo e veloce”. Anche gli Stati Uniti avevano tutte le intenz...

Steyr 1911 e 1912 calibro 9 mm Steyr

Steyr 1911 e 1912 calibro 9 mm Steyr

Vai alla galleria delle fotoLa Steyr 1911, Steyr “hahn” confidenzialmente, fu adottata nel 1912 dall’esercito austroungarico, seguendo di pochi anni l’adozione della Roth Steyr 1907. Mentre, però, quest’ultima era stata sviluppata in funzione delle esigenze della cavalleria, la Steyr hahn era progettata per un utilizzo militare più generale. Tozza e massiccia, utilizza una munizione di buona potenza, paragonabile al 9 mm parabellum tedesco. Sebbene f...

La legenda dei simboli

La legenda dei simboli

Legenda:1) Punzoni di accettazione militare tedesca del primo tipo, senza svastica2) Punzoni di accettazione militare tedesca del secondo tipo, con svastica3) Controllo di qualità italiano, periodo Rsi, per armi destinate ai tedeschi4) Marchio del grossista Geco, apposto sulle armi destinate al mercato commerciale tedesco5) Punzone di accettazione militare italiano6) Punzone del Banco di prova di Gardone Val Trompia (Bs) apposto sulle armi destinate al mercato...

Mauser C96

Mauser C96

Vai alla galleria delle fotoCent'anni fa, nel 1896, cominciava a essere ingegnerizzata per la produzione una pistola semiautomatica brevettata in Germania l'11 dicembre 1895. L'arma non aveva una denominazione ufficiale: era semplicemente nota con il nome di Construktion 96, che identificava il modello d'officina. Un nome che, abbreviato in C96, era destinato a diventare famoso nel mondo. Non che il nome Mauser fosse sconosciuto: dobbiamo pensare...

Sig P210, la saga

Sig P210, la saga

Tutto cominciò nel 1937, quando la Sig acquistò la licenza per produrre pistole basate sul sistema di chiusura Petter, utilizzato nella nuova ordinanza francese Sacm 1935. Da quel momento, iniziò uno studio volto a migliorare le caratteristiche del progetto. Il primo punto di arrivo si ebbe nel 1944, quando fu iniziata la produzione (su limitatissima scala) della Selbslade pistole Neuhausen 44/16 calibro 9 mm parabellum. L'arma aveva un caricatore bifilare da 16 colp...

Walther Pp, Ppk e Ppk/s

Walther Pp, Ppk e Ppk/s

Introdotta nel lontano 1929, la Walther Pp (Polizei pistole) si è subito affermata come pistola per difesa personale grazie alla maneggevolezza, al sistema di sicure e allo scatto in doppia azione. Nel corso di una produzione pluridecennale, che continua ancor oggi, molte sono state le varianti ai modelli fondamentali, gli esemplari sperimentali e le modifiche nei materiali: esaminiamo l'evoluzione di questa leggendaria pistola semiautomatica.L'arma originale...

Browning Vectis 220 calibro 4,5 mm

Browning Vectis 220 calibro 4,5 mm

Vai alla galleria delle fotoLa serie Vectis della Browning rappresenta il tentativo della storica azienda belga di inserirsi nel florido mercato europeo delle armi ad aria compressa. La gamma si compone di quattro modelli: 020, 026, 032 e 220. I primi tre sono a canna basculante, di concezione piuttosto tradizionale. L’ultimo, invece, si distingue per avere la canna fissa e un originale sistema di compressione della molla cinetica, che la rende d...

Pedersoli Le Page Target international calibro .45

Pedersoli Le Page Target international calibro .45

Il Settecento fu uno dei periodi più prolifici per la produzione armiera artigianale. In tutta Europa prosperavano artigiani del settore armiero che, un paio di secoli più tardi, sarebbero divenuti punti di riferimento per i collezionisti: in Inghilterra operava Manton, creatore di stupende pistole con il tipico manico "a sega", in centro Europa Kuchenreuter, celebre per le pistole da duello, in Francia Le Page dominava con il suo stile inconfondibile. Alcune di que...

Smith & Wesson 53 calibro .22 Jet

Smith & Wesson 53 calibro .22 Jet

Vai alla galleria delle fotoNegli Stati Uniti il mercato delle armi corte è più variegato che in Europa, per un motivo molto semplice: oltre alle armi per la difesa personale e per il tiro a segno, i costruttori americani hanno sviluppato una classe di armi corte destinate alla caccia che, negli States, è sempre stata consentita. Per i cacciatori, infatti, il prodotto commerciale “tradizionale” può non adattarsi alle necessità “sentite” sul campo e, ...

Anics Skif A-3000 calibro 4,5 mm

Anics Skif A-3000 calibro 4,5 mm

Anche l’industria russa non ha tardato a rendersi conto delle potenzialità del settore dell’aria compressa per utilizzo non agonistico: tra le più recenti realizzazioni, la Skif A-3000 è senza dubbio una delle più innovative e interessanti. Disegnata a imitazione delle moderne semiautomatiche polimeriche, oltre a un look aggressivo vanta una capacità di fuoco impressionante: ben 28 pallini calibro 4,5 mm. La prima cosa che colpisce ...

Beretta 92 Fs Co2 contro Gamo Pt 80 calibro 4,5 mm

Beretta 92 Fs Co2 contro Gamo Pt 80 calibro 4,5 mm

I fan delle semiautomatiche bifilari Beretta hanno, da oggi, una possibilità in più per divertirsi e allenarsi anche al di fuori del proprio poligono con poca spesa: la recente liberalizzazione delle armi ad aria compressa eroganti un'energia inferiore ai 7,5 joule, infatti, ha portato nelle armerie italiane due "copie conformi" ispirate alle wondernine di maggior successo dell'azienda gardonese, il modello 8000 Cougar e l'immortale...

.300 Winchester short magnum

.300 Winchester short magnum

I produttori di munizioni statunitensi, dopo una pausa durata più di tre decenni, hanno finalmente ripreso lo sviluppo di calibri ad alte prestazioni per carabine bolt-action, con una nuova classe di cartucce magnum "corte" che permette di costruire armi di peso ridotto e migliore maneggevolezza, senza significative rinunce in termini di potenza e radenza delle traiettorie. La Winchester è stata protagonista di questo rinnovamento, presentando nel 2001 una nuova ser...