Ripartiamo da questi 58

5 April 2018
di Massimo Vallini
Ripartiamo da questi 58
Ecco i parlamentari eletti che si erano dichiarati favorevoli alle armi, al tiro e alla caccia. Circa la metà dei candidati iniziali sono stati eletti (anche) con i nostri voti

Prima delle elezioni politiche erano stati circa 130 i candidati che avevano dimostrato fattivo interesse e in qualche caso avevano difeso i diritti dei titolari di licenze di armi e quelli delle aziende del settore nella precedente legislatura. In più ci sono quelli che si sono ufficialmente dichiarati favorevoli a rilanciare un’immagine corretta, reale, e non manipolata dell’attività della caccia praticata nel pieno rispetto della legalità e in armonia con l’equilibrio naturale, a seguito dell'accordo pubblico con i rappresentanti della Cabina di regia del mondo venatorio – caccia, ambiente e ruralità.
Ne sono stati eletti 58, 35 alla camera dei deputati e 23 al senato. Dell'elenco fanno parte 23 parlamentari della Lega (12 alla camera e 11 al senato), 15 di Forza Italia (11 e 4), 9 di Fratelli d'Italia (6 e 3), 7 del Partito democratico (4 e 3), 2 del Movimento 5 stelle (1 e 1), 1 deputato di Liberi e uguali, 1 senatore di Noi con l'Italia.
Come già avvenuto nel 2007 con l'Intergruppo parlamentari amici della caccia, del tiro e della pesca, per i parlamentari si potrebbe costituire una sorta di "contenitore", allo scopo di far pervenire loro informazioni, proposte e richieste dal nostro mondo.

Camera dei deputati
Debora Bergamini (Forza Italia), Toscana
Marina Berlinghieri (Pd), Brescia
Francesco Boccia (Pd), Lecce
Renato Brunetta (Forza Italia), San Donà di Piave (Ve)
Maria Cristina Caretta (Fratelli d'Italia), Schio Valdagno (Vi)
Maurizio Carrara (Forza Italia) Pistoia
Flavio Di Muro (Lega), Liguria
Wanda Ferro (Fratelli d'Italia), Calabria
Tommaso Foti (Fratelli d’Italia), Piacenza
Dario Galli (Lega), Varese
Massimo Garavaglia (Lega), Legnano
Maria Stella Gelmini (Forza Italia), Lombardia
Giancarlo Giorgetti (Lega), Lombardia
Guido Guidesi (Lega), Lombardia
Marzio Liuni (Lega), Novara
Francesco Lollobrigida (Fratelli d’Italia), Lazio
Riccardo Molinari (Lega), Alessandria
Nicola Molteni (Lega), Cantù
Alessia Morani (Pd), Pesaro
Alessandro Morelli (Lega), Milano
Giandonato Morra (Fratelli d'Italia), L’Aquila
Jacopo Morrone (Lega), Emilia-Romagna
Giorgio Mulè (Forza Italia), Sanremo
Raffaele Nevi (Forza Italia), Umbria
Raffaella Paita (Pd), Liguria
Paolo Parentela (Movimento 5 stelle), Calabria
Catia Polidori (Forza Italia), Foligno
Laura Ravetto (Forza Italia), Sondrio
Mauro Rotelli (Fratelli d'Italia), Viterbo
Barbara Saltamartini (Lega), Lazio
Vittorio Sgarbi (Forza Italia), Campania
Francescopaolo Sisto (Forza Italia), Bari
Diego Sozzani (Forza Italia), Novara
Nicola Stumpo (Liberi e Uguali), Catanzaro
Gianni Tonelli (Lega), Emilia-Romagna

Senato
Francesco Battistoni (Forza Italia), Viterbo
Annamaria Bernini (Forza Italia), Emilia-Romagna
Caterina Bini (Pd), Toscana
Anna Bonfrisco (Lega), Lazio
Giulia Bongiorno (Lega), Sicilia
Stefano Borghesi (Lega), Brescia
Francesco Bruzzone (Lega), Liguria
Roberto Calderoli (Lega), Bergamo
Stefano Candiani (Lega), Varese
Massimo Candura (Lega), Treviso
Susanna Cenni (Pd), Poggibonsi
Cosimo Ferri (Pd), Massa-Versilia
Umberto Fusco (Lega), Lazio
Maurizio Gasparri (Forza Italia), Lazio
Patrizio La Pietra (Fratelli d'Italia), Prato
Massimo Mallegni (Forza Italia), Lucca
Gaetano Nastri (Fratelli d'Italia), Novara
Giuliano Pazzaglini (Lega), Marche
​​Gaetano Quagliariello (Noi con l'Italia), L’Aquila
Paolo Ripamonti (Lega), Liguria
Matteo Salvini (Lega), Calabria
Gelsomina Vono (Movimento 5 stelle), Calabria
Riccardo Zucconi (Fratelli d’Italia), Lucca

© RIPRODUZIONE RISERVATA