07 luglio 2019

Subito generoso lo Skeet azzurro


Argento per Tammaro Cassandro, oro per la coppia olimpionica Bacosi-Rossetti. Quarti gli Junior Sara Bongini e Andrea Galardini. Domani allenamenti per le donne Seniores e gli Juniores
Il primo verdetto dello Skeet iridato ha regalato all’Italia la medaglia d’argento individuale e quella di bronzo a squadre (nella foto sotto). A meritarsi la piazza d’onore in una gara tiratissima è stato il carabiniere campano Tammaro Cassando, lo scorso anno medaglia di bronzo nella Coppa del Mondo di Guadalajara (Mex).
Dopo aver chiuso le qualifiche con un perfetto 124/125, il nipote dell’olimpionico Ennio Falco si è meritato il dorsale migliore della finale disintegrando 12 piattelli nello spareggio necessario per l’attribuzione della posizione di partenza nella serie decisiva, regolando il francese Eric Delaunay e il britannico Llewellin.
Nella corsa alle medaglie l’azzurro è partito male, sbagliando un piattello della prima doppia coppia e prima di arrivare al sessantesimo lancio si è lasciato scappare altri due piattelli, totalizzando 57 punti. Un buon punteggio, purtroppo non sufficiente a tenere il passo con il ceco Tomas Nydrle, perfetto con 60/60 che gli ha permesso di eguagliare il record del mondo in finale.
“Sono sia contento che amareggiato ", ha confessato l’azzurro . "Questo argento rappresenta la mia prima medaglia iridata, quindi non posso che gioire del risultato. Il dispiacere nasce dalla consapevolezza di avere nelle canne la possibilità di arrivare più in alto. All’inizio della finale ero teso e il primo errore è stato causato proprio da questa sensazione. Poi, guardando Andrea Benelli (il direttore tecnico della Nazionale, ndr) ho ripreso il controllo e acquisito la giusta tranquillità per proseguire. Poteva andare meglio. La prossima volta sarà così. Intanto mi godo questo risultato che voglio condividere con l’Arma dei Carabinieri, con la Federazione e con i miei sponsor, ma soprattutto con la mia famiglia e con la mia ragazza”.
Fuori dalla finale l’olimpionico di Rio 2016 Gabriele Rossetti. Il poliziotto di Ponte Buggianese (Pt) ha condotto una buona gara, ma il suo 121/125 realizzato con quattro 24/25 ed un 25/25 non gli è stato sufficiente per rientrare nel gruppetto dei migliori sei. Alla fine si è dovuto accontentare della ventiduesima posizione. Molto più indietro Riccardo Filippelli (Esercito) di Pistoia, nel 2018 medaglia di bronzo iridata al Mondiale di Changwon (Kor), solo 68° con 116/125.
Per gli azzurri, comunque, è arrivato anche il bronzo a squadre con il totale di 361/375 alle spalle degli svedesi e dei ciprioti, rispettivamente primi con 365 e secondi con 364.
Per il comparto delle Junior Femminile, il titolo mondiale se lo è assicurato la russa Zila Batyrshina, mentre le azzurrine non sono riuscite a meritarsi la finale. Al termine delle cinque serie di gara Sara Bongini (Fiamme Oro) di Impruneta (Fi) si è piazzata in diciannovesima posizione con 105, stesso punteggio concretizzato anche da Giada Longhi (Esercito) di Roccaranieri (Ri) e ventesima nel ranking. Infine, Giulia Basso di Gazzo Padovano (Pd) con 101 non è salita oltre la ventiquattresima piazza.
Soddisfatto Benelli: “È stata una gara difficile e Tammaro (Cassandro, ndr) l’ha gestita bene. Peccato per Gabriele (Rossetti, ndr), che non è riuscito ad entrare in finale per poco, e per Riccardo (Filippelli, ndr), al quale è mancato il giusto ritmo. Probabilmente hanno accumulato un po’ di stanchezza nella trasferta dei Giochi Europei, dai quali siamo tornati solo sabato scorso, non avendo tempo di recuperare. Per quanto riguarda le ragazze, non nascondo che mi aspettavo qualcosa di più, ma avranno modo di crescere ed acquisire maggiore esperienza”.
Diana Bacosi e Gabriele Rossetti si sono poi classificati campioni del Mondo di Mixed Team di Skeet. La coppia magica dello Skeet azzurro, entrambi olimpionici a Rio 2016, è salita sul tetto del mondo regolando quella statunitense formata dalla tre volte campionessa olimpica Kimberly Rhode e dal giovane Christian Elliot, battuti con lo score di 38/40 a 36/40 nel medal match più importante della competizione.
Lei, tiratrice dell’esercito Italiano, umbra di nascita e tosco-laziale di adozione, è tornata una settimana fa dai Giochi Europei di Misk con l’oro individuale e l’argento nel Mixed in coppia con Riccardo Filippelli. Nella finale non ha sbagliato nulla, chiudendo con un perfetto 20/20. Lui, poliziotto di Ponte Buggianese (Pt), in Bielorussia si era messo al collo il bronzo individuale e l’oro nella gara mista con Chiara Cainero, dopo un momento di esitazione iniziale che gli è costato una bicicletta nella prima doppia invertita (così è detto il doppio zero in gergo tiravolistico, ndr), ha ripreso il controllo ed ha chiuso con lo score di 18/20, esattamente come la super campionessa statunitense ed il compagno di squadra.
Insomma, una coppia “magica” che si è ritrovata per conquistare il titolo di campione del mondo 2019 godendo del supporto del pubblico casalingo che non ha smesso si sostenerli nella corsa verso la vetta nemmeno per un secondo.
“Una bella finale, sofferta, con avversari immensi. Però noi siamo forti e abbiamo carattere”, ha dichiarato la Bacosi al termine della gara e Rossetti ha precisato: “Direi non solo forti, ma i più forti al mondo. Per me è stato un grande piacere sparare contro l’America in finale perché, come ho sempre detto, se devo vincere voglio farlo contro i migliori e con la Rhode in pedana, non ci sono dubbi sulla qualità dei nostri avversari. Siamo una squadra veramente forte. Due ori olimpici che sparano insieme è una cosa unica, magica. Sono molto contento e spero che sia così anche nel prossimo appuntamento”.
Fuori dai giochi per le medaglie per poco la coppia composta da Chiara Cainero (Carabinieri) e Riccardo Filippelli (Esercito), sesti con 142/150 e due piattelli in meno di quelli necessari per accedere al medal match per il bronzo.
Buona, anche se non da medaglia, anche la prova degli Junior Sara Bongini e Andrea Galardini, quarti contro gli avversari cinesi con il punteggio di 26/40 +6 a 24/40 +5.
“Felicissimo di aver visto Diana (Bacosi, ndr) e Gabriele (Rossetti, ndr) così affiatati e determinati a vincere. Hanno condotto una ottima qualificazione ed una grande finale", ha commentato Andrea Benelli. "Bravi anche Chiara (Cainero, ndr) e Riccardo (Filippelli, ndr) che hanno mancato il bronze match per pochissimo”.
Domani le pedane Lonatesi del Trap Concaverde ospiteranno gli allenamenti ufficiali di Skeet femminile e Junior maschile, in gara da martedì 9 luglio.

RISULTATI
Skeet Maschile Senior: 1° Tomas NYDRLE (CZE) 123/125 (+8) – 60/60; 2° Tammaro CASSANDRO (ITA) 124/125 (+12) – 57/60; 3° Jeremy Harry BIRD (GBR) 123/125 (+7) – 46/50; 4° Eric DELAUNAY (FRA) 124/125 (+11) – 36/40; 5° Ben LLEWELLIN (GBR) 124/125 (+5) – 27/30; 6° Federico GIL (ARG) 123/125 (+3 + 16) – 17/20; 22° Gabriele ROSSETTI (ITA) 121/125; 68° Riccardo FILIPPELLI (ITA) 116/125.
Skeet Femminile Junior: 1^ Zila BATYRSHINA (RUS) 115/125 (+4) – 52/60; 2^ Katharina Monika JACUB (USA) 117/125 – 51/60; 3^ Esmee VAN DER VEEN (NED) 115/125 (+3 +2) – 38/50; 4^ Yikai LU (CHN) 115/125 (+0) – 31/40; 5^ Eva-Tamara REICHERT (GER) 115/125 (+3 +1) – 22/30; 6^ Wenyi LI (CHN) 115/125 (+1) – 14/20; 19^ Sara BONGINI (ITA) 105/125; 20^ Giada LONGHI (ITA) 105/125; 24^ Giulia BASSO (ITA) 101/125.
Skeet Maschile Squadre: 1^ SVEZIA 365/375; 2^ CIPRO 364; 3^ ITALIA 361.
Skeet Femminile Junior Squadre: 1^ CINA 343/375; 2^ RUSSIA 337; 3^STATI UNITI 329; 6^ ITALIA 311.
Skeet Mixed Team Senior: 1^ ITALIA (Diana BACOSI – Gabriele ROSSETTI) 147/150 – 38/40; 2^ STATI UNITI (Kimberly RHODE – Christian ELLIOT) 148/150 – 36/40; 3^ CINA (Meng WEI – Di JIN) 145/150 – 36/40; 4^ INGHILTERRA (Emily Jane HIBBS - Jeremy Harry BIRD 144/150 – 32/40; 6^ ITALIA (Chiara CAINERO – Tammaro CASSANDRO) 142/150.
Skeet Mixed Team Junior: 1^ STATI UNITI (Austin Jewell SMITH – Alexander Joseph AHUN) 140/150 – 32/40; RUSSIA (Elena BUKHONOVA – Mark ESHCHANOV) 140/150 – 27/40; 3^ CINA (Liangliang WU – Yikai LU) 136/150 – 26/40 (+6); 4^ ITALIA (Sara BONGINI – Andrea GALARDINI) 138/150 – 26/40 (+5; 11^ ITALIA (Giada LONGHI - Cristian GHILLI) 131/150.

LA SQUADRA AZZURRA DI SKEET
Men: Tammaro Cassandro (Carabinieri) di Capua (CE); Riccardo Filippelli (Esercito) di Pistoia; Gabriele Rossetti (Fiamme Oro) di Ponte Buggianese (PT).
Ladies: Diana Bacosi (Esercito) di Pomezia (RM), Chiara Cainero (Carabinieri) di Cavalicco di Tavagnacco (UD); Simona Scocchetti (Esercito) di Tarquinia (VT).
Junior Men: Cristian Ghilli (Fiamme Oro) di Montecatini Val di Cecina; Andrea Galardini di Calenzano (FI); Andrea Lapucci di Monsummano Terme.
Junior Ladies: Giulia Basso di Gazzo Padovano (PD), Sara Bongini (Fiamme Oro) di Impruneta (FI); Giada Longhi (Esercito) di Roccaranieri (RI).
Direttore Tecnico: Andrea Benelli.

PROGRAMMA
Lunedì 8 luglio Allenamenti Ufficiali Skeet
Martedì 9 luglio Gara Skeet Women, Junior Men (75 piattelli)
Mercoledì 10 luglio Gara Skeet Women, Junior Men (50 piattelli)
17.30 Finale Skeet Junior Men
18.30 Finale Skeet Women
Cerimonia di Chiusura
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Le ultime prove