31 July 2020

Gran Finale Emir Cup, assegnati i Trofei di Skeet e Trap

Bene Sdruccioli e Cainero nello Skeet, Petroni e Cristiani nel Trap. Soldati e Littamè nel Mixed team. Luciano Rossi: "Italia eccellenza nel mondo". Alle finali anche la governatrice Tesei

1/6

Skeet maschile

La Emir Cup al Tav Umbriaverde di Massa Martana (Pg) ha assegnato i trofei per lo Skeet e la Fossa olimpica, chiudendo ufficialmente l’Italian Opern 2020. Nello Skeet Maschile ha vinto uno stellare Elia Sdruccioli (Esercito). Entrato in finale con un quasi perfetto 124/125, ha dovuto spareggiare con l’olimpionico di Rio 2016 Gabriele Rossetti (Fiamme Oro) per l’assegnazione del dorsale. Dopo un lunghissimo ed estenuante duello Sduccioli si è preso il numero 1 con +59 a +58 (praticamente una finale, ndr). Nella corsa alle medaglie è stato altrettanto brillante e, dopo aver polverizzato 56 dei 60 piattelli a sua disposizione, si è trovato in un secondo spareggio, questa volta con Domenico Simeone (Fiamme Oro) per aggiudicarsi l’oro o l’argento. Con un altro colpo di reni si è assicurato l’oro con +4 lasciando all’avversario l’argento con +3, mentre la medaglia di bronzo è stata appannaggio di Matteo Chiti (Carabinieri) con 44/50.

Un podio di stelle è stato quello della gara femminile. A meritarsi il massimo degli onori è stata Chiara Cainero (Carabinieri). La campionessa olimpica di Pechino 2008 e argento a Rio 2016 ha centrato l’oro battendo con l’ottimo score di 58/60 a 56/60 la slovacca Danka Bartekova, medaglia di bronzo a Londra 2012 e Membro del Comitato olimpico internazionale, che ha chiuso questa parentesi italiano con un meritato argento. Sul podio per la medaglia di bronzo Diana Bacosi, Campionessa olimpica a Rio 2016 e campionessa del mondo in carica, salita sul terzo gradino con 46/50.

Cainero e Bacosi, insieme a Martina Bartolomei, hanno conquistato anche l’oro a squadra grazie al punteggio totale di 368/375, uno in più dei colleghi uomini.

Passando al Trap, al maschile l’oro se lo è meritato con molta grinta Matteo Sardi Fiamme oro), primo sul podio con 44/50 davanti a Riccardo Faccani (Fiamme Azzurre), d’argento con 42/50. La medaglia di bronzo, invece, se l’è messa al collo Alessandro Esposito (Fiamme Azzurre) con 34/40.

Sardi è tornato sul podio per celebrare l’oro anche nella gara a squadre, condividendo la vetta con Alessandro Belli (Fiamme Oro) e Giulio Nelli (Fiamme Oro), autori di un totale 356/375.

Nella gara femminile a sollevare il trofeo della Emir Cup è stata Isabella Cristiani (Marina Militare) protagonista di un duello all’ultimo piattello con Alessandra Della Valle. Le due hanno chiuso la fiale con un identico 39/50 e hanno proseguito la sfida nello spareggio, vinto dalla Cristiani con un poderoso +5 a 4. Di bronzo Valeria Raffaelli (Fiamme Oro) con 30/40.

Nel Mixed team di Trap l’oro se lo sono meritati Sofia Littamè (Fiamme Oro) e Lorenzo Soldati (Fiamme Oro), vincitori del medal match per la vetta della classifica in cui hanno affrontato Isabella Cristiani (Marina Militare) e Alessandro Chianese (Marina Militare), regolati con lo score di 39/50 a 35/50. Terza la coppia formata da Valeria Raffaelli (Fiamme Oro) e Alessandro Belli (Fiamme Oro) con un ottimo 45/50.

Si chiude così l’Italian Open 2020 di Trap e Skeet che ha portato in Italia 250 tiratori provenienti di 9 nazioni. “Con questa manifestazione il nostro Paese si è dimostrato, ancora una volta, capofila di questo sport a livello internazionale – ha commentato il Presidente Luciano Rossi che ha accolto nell’impianto tuderte la governatrice dell’Umbria Donatella Tesei – L’agonismo internazionale è ripartito in piena sicurezza proprio da una delle Nazioni più colpite dalla pandemia, a dimostrazione che possiamo praticarlo rispettando tutte le regole necessarie per interrompere la catena del contagio e contribuendo a far ripartire anche l’economia. Complimenti ai tiratori che si sono distinti ma anche alla mia terra, l’Umbria, che ha saputo accoglierli nel migliore dei modi”.

RISULTATI

Skeet

Men: 1° Elia SDRUCCIOLI (ITA) 124/125 (+59) – 56/60 (+4); 2° Domenico SIMEONE (ITA) 123/125 (+18) – 56/60 (+3); 3° Matteo CHITI (ITA) 122/125 (+4) – 44/50; 4° Gabriele ROSSETTI (ITA) 124/125 (+58) – 35/40; 5° Erik PITTINI (ITA) 123/125 (+17) – 24/30; 6° Tammaro CASSANDRO (ITA) 123/125 (+3) – 17/20.

Women: 1ª Chiara CAINERO (ITA) 122/125 – 58/60; 2ª Danka BARTEKOVA (SVK) 121/125 – 56/60; 3ª Diana BACOSI (ITA) 123/125 (+12) – 46/50; 4ª Martina BARTOLOMEI (ITA) 123/125 (+11) – 36/40; 5ª Simona SCOCCHETTI (ITA) 118/125 – 24/30; 6ª Francesca DEL PRETE (ITA) 119/125 – 10/20.

Men Junior: Giammarco TUZI (ITA) 111/125 – 54/60; 2° Marco COCO (ITA) 118/125 – 53/60; 3° Gabriele DI GIULIO (ITA) 113/125 – 40/50; 4° Daniele MARRONI (ITA) 113/125 – 34/40; 5° Riccardo MIGNOZZETTI (ITA) 120/125 – 22/30.

Women Junior: Eleonora RUTA (ITA) 91/125.

No ID number: Sandro BELLINI (ITA) 124/125; Alessio BAGNATo (ITA) 120/125; Riccardo MERIZIOLA (ITA) 118/125; Ivano SANTUCCI (ITA) 117/125; Marco BECATTi (ITA) 116/125; Giorgio FABRIS (ITA) 115/125.

Squadre Maschili: 1^ ITALIA (Gabriele ROSSETTI – Tammaro CASSANDRO – Luigi Agostino LODDE) 367/375

Squadre Femminili: 1^ ITALIA (Diana BACOSI – Martina BARTOLOMEI – Chiara CAINERO) 368/375

Trap

Men: 1° Mattia SARDI (ITA) 122/125 – 44/50; 2° Riccardo FACCANI (ITA) 121/125 – 42/50; 3° Alessandro ESPOSITO (ITA) 120/125 – 34/40; 4° Emanuele BUCCOLIERI (ITA) 120/125 – 29/35; 5° Teo PETRONI 8ITA) 122/125 – 23/30; 6° Lorenzo BURATTA (ITA) 121/125 – 19/25.

Women: 1ª Isabella CRISTIANI (ITA) 114/125 – 39/50 (+5); 2ª Alessandra DELLA VALLE (ITA) 113/125 – 39/50 (+4); 3ª Valeria RAFFAELLI (ITA) 107/125 (+10) – 30/40; 4ª Martina DONNINI (ITA) 107/125 (+9) – 27/35; 5ª Carolina PAGANINI (ITA) 112/125 – 22/30; 6ª Fiammetta ROSSI (ITA) 109/125 – 17/25.

Men Junior: Matteo D’AMBROSI (ITA) 117/125 – 46/50; 2° Lorenzo SOLDATI (ITA) 117/125 – 43/50; 3° Samuele FAUSTINELLI (ITA) 116/125 (+1+1) – 37/40; 4° Valentino CURTI (ITA) 118/125 – 29/35; 5° Alberto FACCI (ITA) 118/125 – 24/30; 6° Piergiuseppe GAGGIOLI (ITA) 117/125 – 19/25.

Women Junior: Gaia RAGAZZINI (ITA) 112/125 – 41/50; 2ª Sofia LITTAME’ (ITA) 115/125 – 40/50; 3ª Sofia SALINARO (ITA) 98/100 – 22/40; 4ª Sharyn DASSE’ (ITA) 104/125 – 21/30; 5ª Laura ZENI (ITA) 101/125 – 18/30; 6ª Valentina DOLCI (ITA) 101/125 (+1) – 12/25.

No ID Number: Carlo MANCARELLA (ITA) 120/125 – 47/50; 2° Diego MEONI (ITA) 116/125 – 44/50; 3° Raffaele GAMELLA (ITA) 109/125 (+1) – 31/40; 4° Francesco CIOCCA (ITA) 113/125 – 27/35; 5° Massimiliano GALLI (ITA) 109/125 (+1) – 22/30; 6° Franco FELICI (ITA) 118/125 – 17/25.

Para-Trap-1: Davide FEDRIGUCCI 103/125.

Para-Trap-2: Fabrizio CORMONS (ITA) 107/125.

Para-Trap-3: Mirko CAFAGGI (ITA) 116/125.

Veterani: Maurizio DONNINI (ITA) 98/125.

Mixed Team Trap: 1^ Sofia LITTAME’ – Lorenzo SOLDATI (ITA) 139/150 (+2) – 39/50; 2^ Isabella CRISTIANI – Alessandro CHIANESE (ITA) 139/150 (+1) – 35/50; 3^ Valeria RAFFAELLI (ITA) – Alessandro BELLI (ITA) 138/150 (+3) – 45/50; 4^Alessandra DELLA VALLE – Alberto BRAMBATI (ITA) 138/150 (+2) – 40/50.

Squadre Maschili: 1^ ITALIA (Mattia SARDI – Alessandro BELLI – Giulio NELLI) 356/375.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Le ultime prove