11 luglio 2019

Bacosi vincetutto

L’olimpionica di Rio è anche d’argento a squadre con Cainero e Scocchetti. Oro a squadre e argento individuale anche per gli Junior

Il Mondiale lonatese si conclude nel migliore dei modi. A conquistare l’ultimo titolo in palio della rassegna iridata è stata l’azzurra Diana Bacosi. L’olimpionica di Rio 2016 ha bissato l’oro conquistato con Gabriele Rossetti nel Mixed Team solo tre giorni fa si è messa al collo anche quello della gara individuale di Skeet femminile con una finale condotta magistralmente e chiusa eguagliando il record del mondo di 58/60.

«È stata una gara sofferta dal primo all’ultimo piattello», ha commentato l’azzurra nata a Città della Pieve (Pg) e vissuta tra Cetona (Si) e Pomezia (Rm). «Ho sbagliato l’ultima serie di qualifica e sono stata costretta allo spareggio di ingresso alla finale, però poi mi sono chiusa e finalmente sono salita sul gradino più alto del mondo». In effetti il 119/125 delle cinque serie di gara ha rischiato di negarle la corsa alle medaglie ma la super leonessa ha ruggito e con +6 nello shoot-off a tre per due posti nella finale e con + 6 si è incollata alle spalle il dorsale numero cinque. Iniziato il round decisivo Diana ha lasciato scappare solo due dei primi 20 piattelli lanciati ed ha poi polverizzato tutti gli altri, chiudendo con il punteggio che le ha permesso di eguagliare il record del mondo realizzato per la prima volta dalla tre volte olimpionica statunitense Kimberly Rhode nella Coppa del Mondo di Changwon (Kor) nel 2018.

«Questa medaglia l’ho voluta con tutta me stessa e me la tengo stretta con tanto orgoglio», ha proseguito la Bacosi. «È un riconoscimento importante che premia i tanti sacrifici fatti e il tempo che sottraggo a mio figlio, a mio marito e alla mia famiglia. Il titolo di campionessa del mondo è tanto mio quanto loro. La condivido molto volentieri anche con la Federazione e con il Presidente Luciano Rossi, che ci garantisce tutti i mezzi di cui abbiamo bisogno per farci esprimere al meglio, così come anche con l’Esercito Italiano e con gli sponsor, che non mancano mai di supportarmi».

Buona anche la prestazione concretizzata dalle altre due azzurre in gara, Chiara Cainero (Carabinieri) di Cavalicco di Tavagnacco (Ud) e Simona Scocchetti (Esercito) di Tarquinia (Vt), entrambe arrivate al punteggio di 118/125, uno in meno di quello necessario per accedere allo spareggio di ingresso in finale. Nella classifica assoluta si sono piazzate all’ottavo e nono posto.

Per le tre azzurre è arrivata anche la medaglia d’argento a squadre con il punteggio di 355/375 e uno solo punto di ritardo rispetto alle statunitensi, campionesse del mondo con 356.

D’argento anche Andrea Lapucci di Monsummano Terme (Pt) nella gara degli Junior Maschili, che ha avuto anche l’onore di salire sulla vetta del podio a squadre insieme a Andrea Galardini di Calenzano (Fi), sesto al termine della finale individuale, e Cristian Ghilli (Fiamme Oro) di Montecatini Val di Cecina (Pi), ottavo.

«È stata una prestazione maiuscola di Diana, che ha saputo mantenere il controllo di una gara molto impegnativa con tiratrici molto vicine in termini di punteggi», ha specificato il direttore tecnico nazionale Andrea Benelli. «È stata davvero brava e le faccio i miei complimenti che estendo a tutti i miei ragazzi e le mie ragazze. Hanno affrontato questo Mondiale nel migliore dei modi, entrando in tutte le finali eccetto una e hanno conquistato tante medaglie. Un grazie pubblico va anche allo staff tecnico che mi ha assistito in questa gara, ovvero Andrea Filippetti e Fabio Partigiani, e alla Federazione, sia per il sostegno che sempre ci garantisce sia per il supporto che ci hanno assicurato le persone che erano impegnate in questa organizzazione. Ci aspettano tanti appuntamenti importanti che affronteremo tutte e con la stessa grinta. Nella prossima Coppa del Mondo in Finlandia manderò una squadra giovane. Abbiamo la tranquillità di aver già chiuso il discorso qualificazione olimpica e voglio dare la possibilità di fare esperienza internazionale anche a quelli che, se se lo sapranno meritare, potranno aspirare ad essere i campioni di domani».

RISULTATI

Skeet Women: 1^ Diana BACOSI (ITA) 119/125 (+6) – 58/60; 2^ Meng WEI (CHN) 120/125 (+2) – 53/60; 3° Victoria LARSSON (SWE) 119/125 (+5) – 44/50; 4^ Dania Jo VIZZI (USA) 121/125 – 28/40; 5^ Konstantia NIKOLAOU (CYP) 120/125 (+1+2) – 20/30; 6^ Roxana-Sofia MIKLOS (ROU) 120/125 (+1+1) – 13/20; 8^ Chiara CAINERO 118/125; 9^ Simona Scocchetti 118/125.

Skeet Women Team: 1^ USA 356/375; ITALIA 355/375; CINA 348/375.

Skeet Junior Men: 1° Daniel KORCAK (CZE) 120/125 (+3) – 55/60 ; 2° Andrea LAPUCCI (ITA) 121/125 – 54/60; 3° David James Sneddon MCNEILL 118/125 (+1) - 41/50; 4° Petros ENGLEZOUDIS (CYP) 120/125 (+4) – 33/40; 5° Andrei DANILENKOV 117/125 (+4) – 24/30; 6° Andrea GALARDINI 118/125 (+2) - 12/20; 8° Cristian GHILLI (ITA) 117/125 (+1).

Skeet Junior Men Team: 1^ ITALIA 356/375; 2^ USA 349/375; 3^ RUSSIA 348/375.

© RIPRODUZIONE RISERVATA