• Social

    Cerca nel sito

    La chiusura a freno di gas e a recupero di gas

    Tanfoglio P25, Steyr Gb

    La chiusura a freno di gas e a recupero di gas

    Nella chiusura a freno di gas (Gas delayed blowback), utilizzata dalla Tanfoglio P25 (non più presente nei cataloghi dell'azienda), la canna è sempre fissa, vincolata al fusto. Appena oltre la camera di cartuccia è praticato un foro, che viene attraversato da una parte dei gas ad alta pressione generati allo sparo. Questi vanno a premere su un pistone, solidale al carrello, contrastando il suo movimento di apertura. Il sistema, quindi, non blocca fisicamente il carrello (chiusura stabile), ma costituisce solo un ritardo di apertura (chiusura metastabile). La chiusura geometrica a recupero di gas (Gas operated locked breech) è uno dei sistemi più impiegati nelle armi lunghe militari e civili, a canna liscia e rigata. A metà canna è praticato un foro, attraverso il quale vengono spillati una parte dei gas di sparo. Questi si espandono in un cilindro, posto generalmente al di sotto (Beretta Urika e Browning Gold) o al di sopra (Ak 47, Fal) della canna. All’interno del cilindro è posto un pistone che viene forzato ad arretrare, spingendo a sua volta il portaotturatore, che sblocca mediante un sistema di piani inclinati l’otturatore. Questo può essere vincolato alla culatta per mezzo di un tassello superiore, una testina anteriore rotante con alette, oppure tramite un contrasto con una spalla praticata nella carcassa. In quest’ultimo caso, il portaotturatore sblocca l’otturatore per sollevamento della sua parte posteriore (come avviene nello Sturmgewehr Stg 44, nel Tokarev Svt 40 e nel Fal). Il pistone del gas può essere solidale al portaotturatore, arretrando quindi insieme a esso per più della lunghezza di una cartuccia (pistone a corsa lunga), oppure può consistere in un componente a parte che, dopo aver dato l’impulso al portaotturatore con un breve e violento movimento retrogrado, ritorna in batteria spinto da una propria molla di contrasto (pistone a corsa corta). La carabina semiautomatica Saiga ha un otturatore a testina rotante, sbloccata da un pistone a corsa lunga.

    Tutto su:

    Commenta con
    Commenta con
    AGGIORNA COMMENTI

    Commenta la notizia