Forza Italia in Umbria sottoscrive i punti della caccia

19 February 2018
Forza Italia in Umbria sottoscrive i punti della caccia
Crescono le adesioni al documento presentato dal mondo venatorio per chiedere impegni certi e concreti a candidati, partiti e coalizioni in vista del 4 marzo. A firmare, questa volta, l’onorevole Catia Polidori e l’assessore Filiberto Franchi

I rappresentanti della Cabina di regia unitaria del mondo venatorio - Caccia, Ambiente, Ruralità (costituita da Anlc, AnuuMigratoristi, Arci Caccia, Enalcaccia, Eps, Fidc, Italcaccia) e del Cncn -Comitato nazionale caccia e natura, si sono incontrati nelle scorse ore in Umbria con l’on. Catia Polidori (nella foto), coordinatrice regionale di Forza Italia (capolista alla camera nel proporzionale) e con Filiberto Franchi, attualmente assessore a Bastia Umbra, candidato alla Camera.

Anche a loro, come già agli altri candidati, il mondo venatorio unito ha chiesto impegni precisi da rispettare per il riconoscimento del ruolo e della figura della caccia e dei cacciatori all’indomani delle elezioni del 4 marzo prossimo.

Durante un colloquio franco e sereno, sono state esposte ai due candidati - peraltro da sempre vicini al mondo venatorio e dell’imprenditoria a esso legata – le ragioni che hanno spinto le Associazioni riunite nella Cabina di regia a riaffermare con forza il ruolo del mondo venatorio in armonia con l’ambiente, il mondo rurale e quello agricolo in occasione delle prossime consultazioni elettorali, chiedendo impegni chiari, precisi per rilanciare una immagine corretta, reale e non manipolata dell’attività venatoria sostenuta dalla consapevolezza che i cacciatori sono una parte della società utile alla campagna e ai suo abitanti, all’ambiente, al territorio e alla fauna.

Al termine dell’incontro, l’on. Polidori e l’ass. Franchi hanno sottoscritto i punti programmatici presentati loro dal mondo venatorio, concordando sul ruolo dell’attività venatoria e dei cacciatori come forza sociale indispensabile al mondo agricolo, portatori deivalori espressi dalla ruralità e volano economico per il Paese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA