di Claudio Bigatti - 13 agosto 2019

Sako Rk 62 M3

Ammodernamento per i fucili d’assalto delle Forze armate della Finlandia: la nuova versione M3 dell’Rk 62 però, offre solo alcuni limitati aggiornamenti alla piattaforma.

Il fucile d’assalto delle forze finlandesi Rk 62 (Rynnäkkökivääri 62) calibro 7,62x39 e basato sulla versione polacca dell’Ak 47, venne realizzato nel 1962 dalla Valmet/Sako e ad oggi, si contano circa 350.000 esemplari prodotti. Negli anni tuttavia, vennero introdotte alcune modifiche volte a migliorare essenzialmente l’ergonomia: nella versione Rk 62 M1 per esempio, è stata introdotta una calciatura telescopica regolabile tipo Ar 15 (Magpul), la manetta di armamento è stata leggermente modificata con l’aggiunta di un appoggio per il dito indice rendendola più facilmente azionabile, veniva poi aggiunta una slitta Picatinny sul fusto per il montaggio di ottiche. Nella successiva versione M2, veniva aggiunta una lunga astina in alluminio dotata di attacchi M-lok sui fianchi mentre nella versione attuale M3, oltre alla verniciatura totale in Cerakote di colore verde, si aggiungono due nuovi accessori: un compensatore con rebar cutter (conformazione della volata del compensatore atta ad agganciare i cavi d’acciaio dei rinforzi del cemento armato o altri cavi/fili) e moderatore di suono della finlandese Ase Utra.

Il Sako Rk 62 M3 con canna lunga 418 millimetri (16,4 pollici), misura complessivamente 950 millimetri con calcio esteso e 865 millimetri con calcio retratto, il peso a vuoto è di 4.100 grammi, la cadenza di tiro è di circa 700 colpi/minuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA