17 giugno 2019

L'Italia e Lonato sono pronte!

I campioni del Tiro a volo mondiale in pedana dal 2 al 10 luglio. La sera del 1° luglio cerimonia di apertura
Quattro anni dopo, Lonato è di nuovo capitale mondiale del Tiro a volo. Lo scorso dicembre, l’assemblea generale della Issf (International Shooting sports federation) riunita a Monaco di Baviera, in Germania, ha assegnato all’Italia l’organizzazione del Campionato iridato di Tiro a volo, che si terrà dal 30 giugno all’11 luglio. La candidatura del Concaverde di Lonato del Garda ha ottenuto 140 voti, contro i 109 di Larnaca (Cipro) e i 14 di Granada (Spagna). Si tratta di una storica “doppietta”, proprio nell’anno che precede le Olimpiadi di Tokyo 2020, in quanto l’impianto lonatese è stato designato anche per ospitare, nel prossimo mese di settembre, dal 3 al 17, gli Europei, dove saranno assegnate otto carte olimpiche, suddivise equamente tra trap e skeet maschile e femminile.
«Siamo pronti a ospitare un grande Campionato del mondo, un appuntamento importante in vista dei Giochi olimpici di Tokyo 2020», ha affermato con orgoglio Luciano Rossi, presidente della Fitav . «L’Italia è prontissima ad accettare la sfida con i suoi atleti, le sue aziende, la sua storia e la sua cultura. La nostra Federazione è orgogliosa di poter organizzare quest’evento a Lonato, un impianto che è considerato una delle capitali planetarie del tiro a volo, oltre che di sperimentare nuovamente l’ospitalità di una delle aree turisticamente più ambite del nostro Paese e di beneficiare del contatto diretto con i più famosi marchi dell’industria del settore. Un grosso benvenuto va quindi agli stranieri, visto che finora sono già arrivate le iscrizioni di 86 nazioni: un altro record tutto italiano che, fuor di dubbio, abbiamo dimostrato di sapere meritare».
L’appuntamento planetario sarà preceduto, sabato mattina 22 giugno alle 10, dalla conferenza stampa di presentazione, nella sala congressi del Concaverde, mentre la sera del 1 luglio, dopo i tiri di prova e i controlli di rito, a partire dalle 20, direttamente sui campi di tiro, avrà luogo la cerimonia di apertura. Per l’occasione saranno presenti numerose Autorità sportive, istituzionali e militari e si terrà lo spettacolo di danza acrobatica del gruppo ElementZ, fresco di partecipazione a Italia’s Got Talent. Da martedì 2 luglio si inizierà a fare sul serio, con le fasi di qualifica per gli atleti della Fossa olimpica, che culmineranno nelle finali individuali del 3 luglio e in quelle a squadra mista (Mixed team, un uomo e una donna), la nuova specialità olimpica, del 4 luglio. Venerdì 5 luglio sarà il Double trap a essere protagonista, con i tiratori di Skeet maschile e femminile junior impegnati nelle batterie di eliminazione, mentre da sabato 6 a mercoledì 10 luglio tutti i tiratori di Skeet, di ogni genere ed età, saranno impegnati in pedana, a caccia delle medaglie individuali e di coppia.
«Siamo onorati della dimostrazione di fiducia da parte della nostra Federazione e delle tante nazioni che hanno appoggiato la nostra candidatura», ha dichiarato Ivan Carella, presidente della struttura ospitante. «Abbiamo organizzato il primo Mondiale nel 2005 e il secondo nel 2015. Mi aspettavo il terzo nel 2025, invece l’attesa è stata più breve. Questo non può che renderci orgogliosi. Sappiamo la responsabilità che abbiamo, siamo consci delle grandi aspettative ma, con l’aiuto di tutti, siamo nuovamente pronti a fare centro».


Nella foto: Ivan Carella, presidente del Trap Concaverde, e Luciano Rossi, presidente della Fitav, posano di fronte alla statua ideata da Fulvio Cipriani e realizzata da Giambattista Bertazzoli in occasione del Campionato del mondo del 2015. La statua si trova attualmente nel parco del Concaverde.
© RIPRODUZIONE RISERVATA