di Claudio Bigatti - 09 gennaio 2019

La nuova striker operated di Stoeger

L’azienda turca appartenente al Gruppo Beretta, è in procinto di lanciare una nuova striker operated (forse a Shot Show) calibro 9x19 con fusto in polimeri e …

La Stoeger industries, dopo la produzione della Cougar, si cimenta nella costruzione di una nuova e moderna pistola da difesa: la Str-9.
Poche le anticipazioni in merito, è destinata a essere un “prodotto d’attacco”, globale e con un prezzo d’acquisto molto basso: speculazioni non confermate parlano di circa 350 dollari al pubblico sul mercato Usa.
La Str-9 mostra linee piuttosto attraenti e personali, cosa oggi non facile in questo segmento, carrello con distintive doppie prese inclinate in avanti e ben scavate, scatto dunque in semi doppia-azione striker firing, mira con spigolo vivo per fornire un contrasto anteriore per armamento d’emergenza a una sola mano, fusto in tecnopolimeri, levetta di smontaggio ai lati del fusto, al momento non è possibile sapere se ha comandi completamente ambidestri: dall’immagine si rileva comunque una leva di hold open sul lato sinistro e pulsante sgancio caricatore, probabilmente reversibile.
Il ponticello del grilletto di forma squadrata, mostra uno sguscio alla sua radice con l’impugnatura, quest’ultima poi sembrerebbe dotata di dorsalini intercambiabili con estensione anche su parte dei fianchi, simile ma in maniera più ridotta, a quelle della Beretta Apx; il caricatore bifilare ha una capacità di 15 colpi.
Vediamo le dimensioni e il peso: con canna lunga 106 millimetri (4,17 pollici) la Str-9 misura complessivamente 188 millimetri circa per un peso di 680 grammi a vuoto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA