Tiro a volo e caccia in primo piano

Inaugurazione all’insegna dello sport con i tiratori Fitav pronti per Tokyo. Il saluto del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia: «Appuntamento di respiro internazionale». L’assessore Giuseppe Pan: «Viva Hit show, viva la caccia!»

Hit show è cominciato con le migliori prospettive, il Salone Internazionale dedicato a caccia, tiro sportivo e outdoor, aperto sino a lunedì 10 febbraio. Con un focus su sostenibilità ambientale e la sinergia con Fitav che guarda ai prossimi Giochi olimpici che si apriranno il 24 luglio a Tokyo.

Sono intervenuti al taglio del nastro nella nuova area “Il Tiro a Volo verso le Olimpiadi” (Hall 2) gli azzurri Maria Lucia Palmitessa, Lorenzo Ferrari, Diana Bacosi, Mauro De Filippis, Giovanni “Johnny” Pellielo, Jessica Rossi, Sofia Littamè, Marco Innocenti e Maria Silvana Stanco. Con loro anche Ennio Mattarelli, medaglia d’oro proprio a Tokyo nel 1964, presenza di auspicio per la spedizione 2020. “Siamo già in clima Olimpiade sin da ora, lo si può evincere dallo spirito con il quale portiamo la nostra presenza in iniziative come Hit show: qui troviamo persone legate a valori solidi, tradizionali, e ci permette di appassionare i giovani a questa disciplina che dà tante soddisfazioni al nostro Paese”, ha dichiarato il Presidente Fitav, Luciano Rossi. “Pronta per bissare l’oro di Rio”, si è dichiarata Bacosi.

La centralità di Hit show, “importante appuntamento di respiro internazionale” è stata ribadita da un saluto giunto dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, che plaude “all’impegno profuso nell’organizzazione di queste numerose e poliedriche attività che, grazie anche alla presenza di personalità di rilievo del settore e degli atleti protagonisti di Tokyo 2020, saranno un’importante occasione di incontro e dialogo per l’intera comunità di riferimento”.

Sul palco dell’area dedicata alla Fitav, assieme a Fabio Sebastiano (consigliere di Amministrazione Ieg, ente che organizza la fiera), gli europarlamentari Mara Bizzotto, Sergio Berlato, Gianantonio Da Re, la senatrice Erika Stefani, la deputata Maria Cristina Caretta, Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale, Davide Faccio, consigliere della Provincia di Vicenza, e Marco Lunardi, Assessore alla Pianificazione del territorio del Comune di Vicenza. L’assessore regionale alle Politiche agricole, Caccia e Pesca della Regione Veneto, Giuseppe Pan, ha concluso degnamente la cerimonia: “Questa manifestazione serve pe sottolineare il ruolo della caccia e dei cacciatori. Agli animalisti che sono venuti qui fuori a manifestare, dobbiamo dire che i primi difensori dell’ambiente sono i cacciatori. Nonostante ciò la nostra regione non riceve risposte sui piani di abbattimento per animali che sono un vero pericolo e fonte di danni come nutrie, cinghiali e cormorani. Il ministero dell’Ambiente è il grande assente e i cacciatori garantiscono la sicurezza dei territori. Evviva la fiera di Vicenza, evviva la caccia!”.

Caccia significa anche equilibrio ambientale, faunistico e persino climatico. Nel convegno inaugurale di Hit show si è parlato anche degli effetti dei cambiamenti climatici in relazione all’attività venatoria con l’intervento del professor Luigi Mariani dell’Università degli Studi di Milano – Disaa. Questa la conclusione: “Emerge il ruolo essenziale della caccia per ripristinare e mantenere l’equilibrio fra le specie e per presidiare il territorio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Le ultime prove