di Claudio Bigatti - 27 giugno 2019

Il karambit… articolato

Il karambit è sicuramente una delle tipologie di coltello più interessanti. Riuscire a innovarlo e renderlo ancora più pratico, una sfida certo non facile ma…
La Crkt americana, grazie al designer Joe Caswell sembra essere riuscita a innovare il karambit (tradizionale coltello originario del Sud-Est asiatico) con il modello Provoke. È il primo coltello chiudibile che introduce la tecnologia “Kinematic”: l’impugnatura con il caratteristico occhiello di presa, è articolata alla lama ricurva tramite due snodi paralleli in grado di dispiegarla all’occorrenza, in modo fulmineo.
In condizioni di trasporto la lama risulta ripiegata e protetta nel profilo dell’impugnatura, quando la si impugna con il dito indice all’interno dell’occhiello, applicando una pressione al dorso del primo snodo con il pollice, la lama si dispiega pronta all’uso bloccandosi in apertura: non si tratta di un meccanismo “automatico”, ma manuale. Per richiudere il Crkt Provoke, basta sbloccare una levetta posta alla base dell’occhiello e la lama di ritrae indietro dentro il profilo dell’impugnatura. Sistema oltre che ingegnoso, semplice, sicuro ed efficace. Rispetto altre soluzioni mostrate sino adesso, offre una apertura ad una sola mano e migliore protezione per le dita quando lo si richiude.
L’impugnatura è realizzata in alluminio 6061 T6 mentre la lama lunga 61 millimetri è realizzata in acciaio da utensile D2 per una durevole ritenzione del filo e resistenza agli abusi, la finitura superficiale delle parti in acciaio è con ossidazione nera al Titanio mentre l’impugnatura è anodizzata. Il Crkt Provoke da chiuso misura 125 millimetri mentre aperto misura 185 millimetri per un peso di 173 grammi; sul dorso inoltre, è dotato di clip di fissaggio. Negli Usa viene messo in vendita a 200 dollari al pubblico.
Per vedere le innovazioni e come funziona il Crkt Provoke:
https://www.youtube.com/watch?v=6ettKPIskZ8


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Le ultime prove