di Claudio Bigatti - 28 giugno 2019

Smith & Wesson festeggia la tre-milionesima M&P Shield!

In effetti, Smith & Wesson può essere orgogliosa di questo risultato per la sua .380 leader del mercato per difesa…
A metà giugno Smith & Wesson ha dichiarato di aver prodotto oltre 3 milioni di pistole M&P 9 Shield, il che significa 400 mila all'anno, poiché la pistola è stata introdotta nella primavera del 2012. Di seguito il comunicato: "La Smith & Wesson ha annunciato oggi di aver prodotto e consegnato più di tre milioni della sua M&P 9 Shield, leader del mercato. Originariamente introdotta nella primavera del 2012, la pistola M&P Shield è stata disegnata come un'affidabile, leggera e sottile striker fired da difesa personale per soddisfare una necessità inevasa nel mercato. Sin dalla sua introduzione, la serie di pistole M&P Shield ha continuato a espandersi con nuove caratteristiche, calibri e configurazioni, inclusa la più nuova aggiunta alla famiglia M&P Shield, la premiata M&P 380 Shield Ez M2.0".
Lane Tobiassen, presidente di Smith & Wesson ha detto: “Nei sette anni passati, la M&P Shield ha continuato a essere la pistola per difesa preferita. Il design della M&P Shield centra i punti nevralgici di impugnabilità, occultabilità e potenza fornendo una pistola per difesa personale affidabile. Negli anni, abbiamo allargato la famiglia delle pistole M&P Shield per andare incontro a una varietà di necessità dei consumatori, integrando puntatori laser, aggiornamenti M2.0, miglioramenti del Performance center e una nuova versione Ez, la prima nel suo genere. Siamo onorati che la M&P Shield sia l’arma preferita tra i consumatori della Nazione che l’hanno scelta per le loro necessità di protezione personale”.
Le pistole della serie M&P Shield sono disponibili in .380 Acp, 9x19, .40 S&W e .45 Acp e offrono profilo sottile con angolo di impugnatura di 18° per un naturale allineamento. Tutte le M&P Shield vengono consegnate con due caricatori e sono disponibili a un prezzo che varia da 399 a 854 dollari a seconda delle configurazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA