di Domenico Giaquinto - 02 November 2018

Cz P-10C calibro 9x21

Mutua l’impostazione da schemi collaudati, ma l'impronta Cz è forte. La compatta striker fired si caratterizza per l’ergonomia e la bontà costruttiva, ottime anche la controllabilità e la precisione. Il rapporto qualità/prezzo è invitante

  • Salva
  • Condividi
  • 1/11

    La P-10C in 9x21 è il modello d’esordio di una nuova famiglia di striker fired polimeriche Cz di impostazione Glock. Ha chiusura geometrica a corto rinculo di canna sistema Colt-Browning modificato, scatto in semi-Doppia azione, percussore lanciato e caricatore da 15 colpi.

    • La P-10C in 9x21 è il modello d’esordio di una nuova famiglia di striker fired polimeriche Cz di impostazione Glock. Ha chiusura geometrica a corto rinculo di canna sistema Colt-Browning modificato, scatto in semi-Doppia azione, percussore lanciato e caricatore da 15 colpi.

      " data-idx="0" data-total="11" onclick="common_swapGalleryImage(this);" data-galleryfolder="8/9/3/893/" data-filename="332645b8c5432f9347c46754d7345d17.jpg" data-originalfilename="02.jpg" >
    • La P-10 C è completamente ambidestra. Qualità di spicco, emerse nelle prove pratiche, sono la controllabilità e l’ergonomia, a livello della migliore concorrenza. Di rilievo anche la precisione, in grado di appagare il tiratore esigente.

      " data-idx="1" data-total="11" onclick="common_swapGalleryImage(this);" data-galleryfolder="8/9/3/893/" data-filename="d4e054ce17ae4941fb00362822e03075.jpg" data-originalfilename="03.jpg" >
    • Il mirino è fermato da un grano esagonale molto piccolo. La forma squadrata e le dimensioni favoriscono sia il tiro mirato sia l’acquisizione rapida. Utile il dot fosforescente per l’impiego dell’arma in condizioni precarie di luce.

      " data-idx="2" data-total="11" onclick="common_swapGalleryImage(this);" data-galleryfolder="8/9/3/893/" data-filename="63f0b3a869897ded70f5b985fea3fe17.jpg" data-originalfilename="05.jpg" >
    • La tacca di mira è innestata bassa a coda di rondine ed è fermata con un grano esagonale. È sagomata per lo scarrellamento d’emergenza. Per il tiro con poca luce la tacca è provvista di due dot fosforescenti la cui luminosità e colorazione sono state esaltate mediante elaborazione fotografica.

       

      " data-idx="3" data-total="11" onclick="common_swapGalleryImage(this);" data-galleryfolder="8/9/3/893/" data-filename="fb65cf5f2686f4fef3d2ede97b92be71.jpg" data-originalfilename="04.jpg" >
    • La P-10C ha sgancio caricatore zigrinato e hold open ambidestri, raggiungibili con facilità anche dai tiratori con mani piccole. L’azionamento richiede giustamente una certa decisione. Si vede il tassello rigato di fermo della canna, da abbassare per lo smontaggio ordinario.

      " data-idx="4" data-total="11" onclick="common_swapGalleryImage(this);" data-galleryfolder="8/9/3/893/" data-filename="54dd5674c4479ab0e833205781f4019e.jpg" data-originalfilename="07.jpg" >
    • Dal dust cover sono ricavate le guide per il montaggio di mire ausiliarie. I pannelli del fusto con risalti grippanti, posizionati sopra al ponticello, sono destinati all’appoggio del pollice della mano debole o a all’indice della mano forte quando si tenga il dito scostato dal grilletto.

      " data-idx="5" data-total="11" onclick="common_swapGalleryImage(this);" data-galleryfolder="8/9/3/893/" data-filename="84a13708c7ab15d0293f3d8507491a4d.jpg" data-originalfilename="09.jpg" >
    • L’estrattore è esterno. Il risalto verniciato di rosso funge da avvisatore visivo-tattile di camera carica. L’unghia è più alta del corpo dell’estrattore, per migliorare l’aggancio della cartuccia.

      " data-idx="6" data-total="11" onclick="common_swapGalleryImage(this);" data-galleryfolder="8/9/3/893/" data-filename="6f0b86bb985b2e0ee97b7c2b70c5850b.jpg" data-originalfilename="10.jpg" >
    • La guida in polimeri del percussore alloggia anche il blocco automatico, la relativa molla di richiamo a filo nonché l’asticolo a cui il blocco è fulcrato.

      " data-idx="7" data-total="11" onclick="common_swapGalleryImage(this);" data-galleryfolder="8/9/3/893/" data-filename="6ce72c8513f0a48371ad75f9aad4f5c4.jpg" data-originalfilename="13.jpg" >
    • L’esame dell’interno del carrello denota l’ottima qualità delle lavorazioni. La nervatura d’alimentazione è lucidata. Il blocco automatico al percussore non trasla in verticale ma ruota, fulcrato a un asticolo.

      " data-idx="8" data-total="11" onclick="common_swapGalleryImage(this);" data-galleryfolder="8/9/3/893/" data-filename="7164ec9b5fac63f1fa19b9e38795403e.jpg" data-originalfilename="12.jpg" >
    • La canna è lunga 102 mm, la rigatura è a 6 principi destrorsi. La camera di scoppio è massiccia, così come la rampa d’alimentazione. Il guidamolla polimerico vincola alle estremità la molla di recupero piatta.

      " data-idx="9" data-total="11" onclick="common_swapGalleryImage(this);" data-galleryfolder="8/9/3/893/" data-filename="31aa60c415d15645df1f58c59ab65bd9.jpg" data-originalfilename="14.jpg" >
    • La rosata delle ricariche con la palla troncoconica Cn da 124 grs di fusione domestica, trafilata larga a .357”. Le distanze tra i centri di 4 e 5 colpi sono rispettivamente di 40 e 62 mm.

      " data-idx="10" data-total="11" onclick="common_swapGalleryImage(this);" data-galleryfolder="8/9/3/893/" data-filename="1318145dec556add3531236304a323e4.jpg" data-originalfilename="17.jpg" >
    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Indice

    1. La prima striker polimerica di Cz
    2. Come è fatta
    3. Mire e scatto
    4. La nostra prova
    5. Scheda tecnica