La "carica" dei 40 mila su Vicenza

13 February 2018
La "carica" dei 40 mila su Vicenza
Bilancio positivo (+4%) per i visitatori e gli espositori del salone che valorizza l’eccellenza del made in Italy nei settori della caccia e tiro sportivo. Sono stati 380 gli espositori e 800 i dealer (200 dall'estero)

Crescono le presenze in fiera, le aree espositive occupate e il numero delle aziende protagoniste di Hit show, il Salone internazionale dedicato a caccia, tiro sportivo, individual protection e cinofilia venatoria chiuso ieri e organizzato da Ieg - Italian exhibition group presso Fiera di Vicenza.

Nelle tre giornate il quartiere veneto ha superato le 40.000 presenze (+4% rispetto al 2017), che hanno apprezzato le proposte di 380 aziende con tutti i grandi produttori italiani e internazionali dislocati sui 41.000 mq di area espositiva. Impennata della partecipazione di dealer: ben 800, dei quali 200 esteri da 20 Paesi, con la inedita partecipazione di una delegazione dalla Corea del Sud.

Hit show 2018 è stata inaugurata con la presentazione del report economico che Anpam - Associazione nazionale produttori armi e munizioni sportive e civili ha commissionato all’Università di Urbino per fotografare la produzione made in Italy: 7,3 miliardi di euro (0,44% del Pil nazionale) e oltre 87.000 occupati. Straordinarie le performance relative all’export, che incide per il 90,3%, mentre si registra un calo della domanda interna per le 2.334 imprese, che si traduce in una diminuzione dell’indotto.

Segnali positivi e clima di fiducia sono emersi dai padiglioni, dove in sede di bilancio di Hit show ha dominato la convinzione che l’aumento dei visitatori sia coinciso con l’innalzamento della qualità della domanda. “Più gente, ma anche maggiore capacità di cogliere novità ed eccellenze”, il leit motiv espresso dalle aziende in fiera. Successo anche per gli appuntamenti con il palco della Hit arena, dove i grandi marchi del made in Italy hanno presentato a pubblico e operatori innovazioni ad ogni livello.

Proprio la Hit arena - una delle novità di questa edizione - ha calamitato l’attenzione per i contenuti offerti. I contributi sono stati autorevoli ed approfonditi grazie alla partecipazione di stimati esperti, coi quali il pubblico ha condiviso aggiornamenti e formazione.
Opinione confermata anche da un partner strategico come Anpam: “Quest’anno Hit show ha ulteriormente aumentato la propria apertura nei confronti della società civile, affrontando con intelligenza temi quanto mai vibranti nel dibattito pubblico. Da segnalare, tra questi, due iniziative organizzate dalla Fondazione Una onlus con l’obiettivo di superare luoghi comuni sulle tematiche ambientali e faunistiche. Con l’aiuto di relatori quali Giuseppe Cruciani, Chicco Testa e il vice presidente nazionale Coldiretti Ettore Prandini è stata offerta una visione razionale del tema della gestione della biodiversità con al centro i cacciatori, nel ruolo di paladini dell’ambiente, e attenta al benessere delle persone, degli animali e anche dell’impatto economico di alcune scelte”.

Tradizionale il bagno di folla per i grandi campioni del tiro sportivo, autentici testimonial della qualità del made in Italy nella predisposizione di armi sportive capaci di assecondare al meglio i grandi talenti azzurri, fino a successi da record ad ogni competizione mondiale.

Quello di HIT Show è stato anche apprezzato appuntamento per la cinofilia venatoria. 1.500 cani di razze diverse e il grande affetto che tradizionalmente circonda questa presenza hanno reso merito all’impegno organizzazione del Circolo cinofilo vicentino, che ha promosso la 41a Esposizione nazionale canina di Vicenza.

In chiusura di HIT Show, l’attenzione delle imprese s’è indirizzata per il prossimo appuntamento a cura di Ieg, il debutto di Hunting show Sud, in calendario sabato 7 e domenica 8 aprile nell’elegante e funzionale Centro Il Tarì di Marcianise, fra Caserta e Napoli. Sarà la prima occasione per testare in totale sicurezza, all’interno delle aree appositamente allestite, i nuovi prodotti sul mercato dopo Hit.

© RIPRODUZIONE RISERVATA