Alleanza tra Steyr e Rheinmetall

11 gennaio 2017
di Claudio Bigatti
Alleanza tra Steyr e Rheinmetall
La Rheinmetall tedesca e l’austriaca Steyr Mannlicher si sono associate per offrire il nuovo fucile d’assalto RS556 in calibro 5,56x45 alle forze armate tedesche

Alleanza tra steyr e rheinmetall

La Rheinmetall tedesca e l’austriaca Steyr Mannlicher si sono associate per  offrire il nuovo fucile d’assalto RS556 in calibro 5,56x45 alle forze armate tedesche, posto che queste perseguano l’idea di sostituire l’attuale G36.

La Rheinmetall ha ottimi rapporti con il ministero della difesa tedesco come fornitore qualificato e importante, la Steyr dal canto suo ha l’arma: evoluzione dello Steyr Stm556 presentato nel 2012.

L’Rs556 (dove la sigla sta per Rheinmetall Steyr calibro 5,56) è una piattaforma improntata sull’Ar15 ma con profonde differenze meccaniche: mantiene lower receiver e comandi tipici dell’Ar 15 ma ha sistema di funzionamento con pistone a corsa corta, portaotturatore che scorre su guide in acciaio e canna a sgancio rapido con sistema mutuato dallo Steyr Aug.

Tra le sue caratteristiche, calciatura polimerica regolabile su 7 posizioni, comandi completamente ambidestri, canna cromata internamente, regolazione dei gas a 4 posizioni: normale, arma sporca, moderatore ed esclusione. L’astina anteriore è in alluminio con guide Picatinny integrate a ore 12 e 6 mentre sui fianchi vi sono predisposizioni per attacchi di altre porzioni di rail. L’arma viene mostrata con un’ottica a basso ingrandimento simile a quella delle versioni A3 dell’Aug ma con aggancio amovibile alla slitta integrata nell’upper receiver; ovviamente l’arma può montare mire metalliche o polimeriche flip up sia primarie sia di eventuale back-up.

Molteplici le lunghezze di canna disponibili e relative configurazioni: 293 e 330 millimetri (Pdw), 370 millimetri (carbine), 406 e 455 millimetri (fucile), 505 e 550 millimetri come Designated marksman rifle. Tra il calibri previsti anche il .300 Aac/Blackout e il 7,62x39.