16 novembre 2018

Un’asta per i cacciatori di Santo Stefano di Cadore

Per contribuire alla riparazione dei danni subiti dalla riserva alpina di caccia di Santo Stefano di Cadore, un circolo culturale ha lanciato una iniziativa benefica su Facebook. Quale?

L’apocalisse che si è abbattuta sulle Alpi orientali ha provocato vittime e danni immani in molte aree. Gli amici della Riserva alpina di caccia di Santo Stefano di Cadore, oltre a veder devastato il proprio splendido territorio, hanno subito danni alla casa di caccia, alle infrastrutture della riserva, ai sentieri. Ora stanno lavorando sodo, per l’ambiente e la fauna. Il circolo culturale Riva (Rinascita venatoria e ambientale) si sta impegnando nella raccolta di fondi per sostenerli, anche con un’asta benefica che si svolgerà on-line, sul gruppo Facebook Rinascita venatoria e ambientale, nel quale sarà data notizia dell’adesione e del sostegno degli appassionati. Chiunque può partecipare donando un articolo da mettere all’asta, inviando una e-mail all’indirizzo associazione.riva@gmail.com con foto dell’oggetto e una indicazione del valore di base d’asta. Il donatore si impegnerà a spedire l’oggetto all’utente che se lo sarà aggiudicato, dietro presentazione della rispettiva ricevuta di versamento sul conto corrente al quale il progetto benefico si riferisce. Le adesioni dovranno essere comunicate entro il 26 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA