di Massimo Vallini - 20 settembre 2019

Progettato per vincere

Il nuovo sovrapposto Beretta 694 calibro 12 da tiro (Sporting e Trap), è frutto di un lungo lavoro di squadra e ha contenuti importanti. Non un semplice maquillage!

È stato progettato per vincere il nuovo Beretta 694, declinato nelle versioni Sporting e Trap. E non è semplicemente un nuovo look “racing”, affilato e grintoso, pure importante, con linee squadrate invece che arrotondate in ossequio alle nuove tendenze del design. Dentro, c’è molto di più e molto meglio del predecessore 692. È frutto di un lavoro di squadra, di un accurato lavoro di progettazione meccanica ed ergonomica, sviluppata e testato con il Beretta shooting team, in tutto il mondo. Pare ci siano stati almeno 10 “beta tester”, tra i quali i noti tiratori Veniero Spada e l’ex campione dello Skeet “australiano” Luca Scribani Rossi.

La nuova forma della bascula e del calcio permette di avere un campo visivo più ampio, il nuovo sistema di croce consente di mantenere il carico dell’apertura costante nel tempo. Confermate, rispetto all’impianto del 692, le canne Steelium plus che garantiscono rosate sempre dense e uniformi. Ne risulta un sovrapposto perfettamente bilanciato, che si imbraccia e sale alla spalla in modo naturale e immediato, con uno swing preciso e di facile controllo, con caratteristiche di personalizzazione del baricentro e della distribuzione dei pesi portate all’estremo: al posto dei bindellini laterali sotto l’astina, nella parte esposta delle canne, nel calcio. A una prima impressione e dopo i primi piattelli colpiscono la “centralità” del fucile e la rotondità e morbidezza del colpo. Utilizzando cartucce con pallini in acciaio, le velocissime Fiocchi Fsteel 28 grammi con pallini del 7 (440 m/sec), il fucile accarezza la spalla e la guancia. Merito anche dell’ergonomia del calcio Sporting: nella parte superiore dell’incasso calcio-bascula, sono state realizzate due scanalature progressive che ricalcano perfettamente il profilo (snellito) delle conchiglie di bascula, rendendo più libero il campo visivo laterale quando si segue il piattello. Questo importante accorgimento aiuta il tiratore a evitare di alzare la testa dalla linea di mira, movimento che è spesso causa di uno “zero” e a vedere molto prima i piattelli laterali bassi che sono in genere i più veloci. La logica del “piattello in più” e dello zero evitato è ben nota ai praticanti. Con il 694 è portata alle estreme conseguenze: il fucile è “perfetto” e la responsabilità è tutta del tiratore!

Il calcio della versione Sporting è stato completamente rivisto con pala e nasello più larghi, pistola più lunga e bugna, il tutto per il massimo comfort e una posizione delle mani estremamente naturale e stabile. Le pieghe disponibili sono 35/50 e 35/55, quest’ultima anche con nasello regolabile B-Fast, e astina tonda o a becco d'anatra.

La versione Trap è disponibile con piega 29/39 e 35/45, quest’ultima anche con nasello regolabile B-Fast, e astina tonda o a coda di castoro.

Entrambe le versioni hanno una length of pull di 375 mm con calciolo MicroCore da 18 mm e grilletto in posizione centrale, sulle tre disponibili. Gli zigrini sono di passo 1,5 con una superficie maggiorata per un grip sempre migliore. I legni sono di grado 2,5+ con finitura a olio naturale.

Il nuovo sistema di croce in acciaio, ridotta nelle dimensioni, offre una migliore sensazione all’apertura dell’arma grazie alle geometrie riviste e al nuovo tenone, provvisto di un tassello eventualmente sostituibile presso un Beretta certified dealer per mantenere nel tempo la propria preferenza di carico. Anche il sistema di aggancio dell’astina è stato rivisto ed è costituito da un perno a pistone in posizione avanzata, separato dalla croce, con un pulsante che si autoregola nel tempo. La superficie in metallo, soggetta a surriscaldamento in caso di molte ripetizioni, è drasticamente ridotta, a beneficio delle mani del tiratore.

La chiusura è affidata al classico sistema Beretta con spalline trapezoidali e due robusti spinotti che fuoriescono dal piano di bascula per inserirsi entro le sedi ai lati della culatta, mentre sulla parte anteriore della bascula sono presenti due perni cerniera che si inseriscono negli appositi alloggiamenti ricavati nel monoblocco.

La bascula in acciaio di nuovo disegno è stata appesantita di circa 25 grammi, a ulteriore miglioramento della stabilità e dell’equilibrio. I fianchi sono caratterizzati da un profilo specchiato dalle linee diagonali, sottolineate da una grafica blu. Il petto di bascula è arricchito dalle tre frecce Beretta e dal logo del 694, sempre in colore blu, mentre la finitura in Nistan conferisce il tipico colore grigio opaco.

Il selettore di tiro, presente solo nella versione Sporting, è posizionato all’interno della cursore della sicura, che è stata rivisto con nuovo zigrino e forme ergonomiche. La chiave di apertura in acciaio ha un nuovo profilo ribassato, è ergonomica e facile da azionare anche per i mancini, e ha una finitura anti-riflesso a buccia d’arancia che ricopre anche la zona delle conchiglie. Gli estrattori, di nuovo disegno, hanno molle poste dietro la slitta di estrazione e fermo a pasticca.

Le canne Steelium plus sono camerate 70 mm nella versione Trap e 76 in quella Sporting e sono disponibili con lunghezze 760 e 810 mm per la versione Trap e 710, 760 e 810 m per quella Sporting. Strozzatori intercambiabili Optimachoke Hp extended con banda colorata, disponibili le strozzature fisse (**/*) per la versione Trap. Il prezzo indicativo è 4.179 per la versione Sporting (4.409,00 con B-Fast) e 3.999 per quella Trap (4.229 con B-Fast).

La prova sul fascicolo di ottobre di Armi e Tiro!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Le ultime prove