di Ruggero Pettinelli - 09 novembre 2019

Less lethal: quale scelta?

Per il fucile calibro 12 sono disponibili ormai numerosi caricamenti non letali, che possono risultare utili per la difesa abitativa. Uno sguardo sul mercato, confrontando modelli e prestazioni

1/5

Fiocchi propone tre caricamenti less than lethal calibro 12: con palla singola o pallettoni in gomma e con granuli polimerici.

È il caso di approfondire quella che è una delle materie più “calde” e di moda degli ultimi anni, ovvero l’impiego del munizionamento non letale calibro 12. È opportuno premettere che il denominatore comune di queste cartucce è quello di non riuscire a sviluppare energie cinetiche e quantità di gas sufficienti al riarmo di un fucile semiautomatico, quindi il loro impiego dovrà essere limitato al fucile a pompa o ai basculanti (doppiette, sovrapposti).

Le tipologie

I tipi di munizioni non letali “partono” da tre varianti fondamentali, che possono però evolvere in alcune sottovarianti: la palla, i pallettoni e i granuli polimerici. La palla non necessita di grandi presentazioni, può essere sferica, più o meno sottocalibrata (Sellier & Bellot, Maxam, Eurocomm), oppure a forma di fuso (Fiocchi) auto-stabilizzante, anche con impennaggio ad alette (Pegoraro). In questo caso l’evoluzione della palla in gomma, scelta da alcuni produttori, è quella di offrire caricamenti che offrono due sfere nel medesimo bossolo, anziché una: è il caso di Maxam e Sellier & Bellot. In questo caso è interessante notare che ciascuna delle due palle ha la medesima energia cinetica rispetto alla singola palla (perché sono uguali sia la massa, sia la velocità alla bocca), quindi l’energia di impatto su un singolo bersaglio praticamente raddoppia. La variante seguente è quella con i pallettoni in gomma, generalmente sono 12 oppure 15 e ciascuno ha un diametro compreso tra i 7 e gli 8 millimetri. La sottovariante, molto interessante e innovativa, è in questo caso rappresentata dal caricamento Vertiko di Nobel sport Italia che abbina a una palla sferica, 9 pallettoni in gomma: un vero “buck and ball” estremamente interessante per la saturazione. Il passo successivo è costituito dalla graniglia polimerica, proposta sia da Fiocchi sia da Maxam.

Il criterio d'impiego

Partendo dal fondo, la graniglia polimerica è quella che fornisce le più elevate garanzie di sicurezza d’uso quando le distanze di ingaggio sono veramente ridotte, cioè al di sotto dei 10 metri; entro il limite dei 5 metri si ottiene una buona efficacia in termini di cessione energetica, ma non si riscontra penetrazione e i rimbalzi sono modesti: quindi, al di là del fatto che non si verifica letalità per il bersaglio, la sicurezza di impiego è massima per il tiratore. Sia le palle, sia i pallettoni necessitano di una distanza minima di ingaggio di almeno 10 metri (meglio 15-20), sia perché possono avere risultati letali per il bersaglio a distanze inferiori (specialmente con abiti estivi), sia perché possono comunque provocare rimbalzi che possono risultare pericolosi per il tiratore. Eccezione alla regola il prodotto Pegoraro High shock impact, il cui caricamento e la bassa densità del polimero della palla (verde) sono studiati appositamente per consentire una elevata sicurezza d’impiego anche con distanze di ingaggio contenute. Caso a parte è la Bean bag commercializzata da Maxam: in questo caso il proiettile è costituito da un sacchetto in tessuto che contiene 40 grammi di pallini piccolissimi di piombo (del 14 o più piccolo ancora), spinti a velocità modesta: all’impatto il piombo agisce come un pugno, interessando un’ampia zona senza penetrare la pelle ma con elevata cessione energetica. La sicurezza d’uso è assoluta anche a breve distanza, con particolare riferimento alla scarsissima attitudine al rimbalzo del proiettile in questione.

Tra tutti i caricamenti esaminati (che trovate riassunti nella tabella), occorre anche esaminare la lunghezza del bossolo e la lunghezza totale della cartuccia dopo l’orlatura: una cartuccia più corta consentirà eventualmente di inserire un colpo in più nel serbatoio tubolare dello shotgun, in questo caso il caricamento più interessante è l’Eurocomm che ha una vera minishell con bossolo di soli 50 mm.

L'articolo completo su Armi e Tiro di settembre 2019

MarcaTipoL. bossolo (mm)CaricamentoVelocità (m/sec)
EurocommRubber ball50Palla unica gomma 18 mm 4,3 g216
Fiocchi15 Pallettoni gomma7015 pallettoni 8 mm220
FiocchiGranuli plastica707 g di granuli plastica300
FiocchiPalla gomma70Palla singola gomma 4,75 g220
MaxamLaw enforcement7015 pallettoni gomma 7 mm375
MaxamLaw enforcement70100 granuli polietilene, 2 g600
MaxamLaw enforcement70Palla sferica gomma 18 mm 2 g300
MaxamLaw enforcement702 palle sferiche gomma 18 mm 4 g300
MaxamLaw enforcement70Bean bag 40 g80
Nobel sport ItaliaVertiko Rubber Multidefense70Palla 18,5 mm+9 pallettoni 8,5 mm245
Nobel sport ItaliaVertiko Rubber round ball70palla 18,5 mm245
Nobel sport ItaliaVertiko rubber buckshot7015 pallettoni 8,5 mm230
Pegoraro High shock impact70Proiettile gomma con impennaggi, 8 g130
Sellier & BellotRubber shots67,515 Pallettoni 7,5 mm450
Sellier & BellotRubber shots67,512 Pallettoni 7,5 mm450
Sellier & BellotRubber shots67,59 Pallettoni 7,5 mm450
Sellier & BellotRubber spherical ball67,5palla singola 17,5 mm270
Sellier & BellotRubber spherical ball67,5doppia palla 15,0 mm280
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Le ultime prove