di Claudio Bigatti - 16 novembre 2019

L’Ar 556 in .300 Blackout

Anche Ruger passa al .300 Aac/Blackout e lo fa nella sua serie Ar 556 di cloni Ar 15

Si chiama semplicemente Ar 556 perricordare la “famiglia” ma adotta il calibro .300 Aac/Blackout (7,62x35), la costruzione è quella tipica degli Ar 15 con funzionamento a sottrazione diretta dei gas (Dgi) e con semicastelli in alluminio 7075 T6 articolati tra loro.

Impiega canna da 16,1 pollici (409 millimetri) in acciaio 4140 al Cromo-molibdeno con particolare spegni fiamma di disegno Ruger, non offre mire ma solo una lunga slitta Picatinny per il montaggio delle ottiche o mire di back up, astina flottante lunga 11 pollici a sezione ottagonale con slots M-lok a ore 3, 6 e 9, calciolo telescopico regolabile su sei posizioni il tutto per un peso di 2.900 grammi a vuoto. Completa la dotazione, un caricatore metallico della capacità di 30 colpi: negli Usa sarà messo in vendita a 819 dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Le ultime prove