Il memorial Riillo dedicato ai giovani

Il 24 e 25 ottobre il poligono di Calvisano ospiterà l’edizione 2020 della gara che ricorda il grande tiratore. La famiglia istituisce una borsa di studio riservata agli juniores. In gara Handgun e Pcc

Il poligono Shooting academy club di Calvisano (Bs) ospiterà sabato 24 e domenica 25 ottobre prossimi l’edizione 2020 del memorial Mario Riillo, gara Ipsc level III riservata a Handgun e Pcc organizzata per ricordare la memoria del grande tiratore e pioniere del Tiro dinamico sportivo in Italia, prematuramente scomparso nell’ottobre 2012. La gara, che vede nel ruolo di match director Esterino Magli, un’altra pietra miliare della disciplina in Italia, sarà composta da 12 stage per un totale di 229 colpi minimi; l’iscrizione costa 85 euro e va effettuata sulla piattaforma digitale della Fitds (http://mare2.fitds.it). Fondamentale il ruolo della famiglia Riillo, con il figlio Diego in prima fila. Nelle sue parole il ricordo del padre Mario: «Il memorial Mario Riillo è una competizione nata come ricordo della memoria di un grande sportivo, che poteva vantare successi nazionali e internazionali noti a tutti, padre fondatore di quella che oggi è la Federazione italiana di Tiro dinamico sportivo, ma soprattutto grande uomo, ricordato da tiratori e appassionati del tiro in tutto il mondo per la sua grande umanità, onestà e signorilità. Non è raro, infatti, incontrare tiratori che hanno ricevuto un aiuto o un consiglio da Mario durante una gara importante o atleti che in gioventù sono stati spronati e aiutati a fare meglio senza volere nulla in cambio. Questo era lo spirito che guidava mio padre e l’insegnamento che mi ha lasciato», sottolinea Diego Riillo, che sta lavorando all’organizzazione dell’evento.

«Il memorial», continua Diego, «si prefigge di ricordare l’uomo e lo sportivo, ma soprattutto aiutare i giovani meritevoli, unica via per rendere ancora più grande il nostro amato sport e farlo crescere nel futuro. A questo proposito, la mia famiglia ha istituito il trofeo Legacy, destinato alla categoria juniores, unitamente a una borsa di studio per i giovani che dimostreranno impegno e dedizione nello sport. Parallelamente alla normale premiazione, saranno quindi premiati gli juniores, consegnando loro anche un rimborso spese da utilizzare per compensare, almeno parzialmente, i costi che sostengono per coltivare la loro passione e spronarli a fare sempre meglio. Il ricordo ancora vivo in così tante persone e tiratori in tutto il mondo risplende in un evento che porta avanti la sua luce per le nuove generazioni e il suo ricordo nel cuore di chi l’ha conosciuto sui campi di tiro.

Molti big player del settore hanno aderito all’evento: «Un ringraziamento di cuore», conclude Diego Riillo, «a chiunque deciderà di supportare questa iniziativa, soprattutto per dare ai giovani tiratori un’opportunità per il futuro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Le ultime prove