di Claudio Bigatti - 14 maggio 2019

I Kalashnikov Ak-12 in parata

Il 9 maggio scorso, in occasione della parata militare a Mosca per le celebrazioni della vittoria russa nella seconda guerra mondiale, sono spuntati i primi Kalashnikov Ak-12 distribuiti alle truppe
La nuova ordinanza calibro 5,45x39 Ak-12 è apparsa in mano ad alcuni reparti in sostituzione del precedente fucile d’assalto Ak-74. Tra questi reparti spicca la Guardia nazionale russa o “Rosgvardia” (nella foto di apertura), forza costituita solo nel 2016 e alle dipendenze dirette del presidente Vladimir Putin: la Rosgvardia risponde al Consiglio di sicurezza interna e non alle Forze armate russe. La Guardia nazionale russa consta di circa 340.000 effettivi suddivisi in 84 unità distribuite in tutta la Russia, incorpora le truppe della precedente Mvd (Truppe del Ministero degli affari interni, grande forza paramilitare in supporto alle Forze di polizia) come anche le Forze speciali anti terrorismo e di pronto intervento quali i Sobr (Squadre speciali di reazione rapida) e Omon (Unità speciali mobili della polizia). Invariati i compiti che sono essenzialmente: ordine pubblico, controllo dei siti strategici di interesse nazionale, anti terrorismo e protezione dei confini.
Il nuovo Ak-12 di fatto, è un semplice ammodernamento ergonomico del precedente Akm/Ak74 dato che la meccanica interna risulta invariata; tra le migliorie si evidenziano calciatura polimerica e telescopica ribaltabile simile per design alle tipiche realizzazioni Ar15, nuovo sistema di apertura del coperchio di culatta, guida Picatinny integrata nel coperchio, nuova leva selettrice dotata, adesso, di supporto per l’indice in modo da poterla azionare senza abbandonare l’impugnatura a pistola, astina guardamano polimerica con supporti per tratti di guida Picatinny, nuovo spegni fiamma di tipo aperto e non più chiuso come sull’Ak74.
Nella foto sotto invece, l’Ak-12 è imbracciato dai paracadutisti e monta il lanciagranate individuale Gp-34 per granate da 40 millimetri tipo Vog-25 auto propulse. Alla parata tuttavia, latitavano ancora gli Ak-15 (7,62x39) e gli Rpk-16 (5,45x39) che sono le altre ordinanze ufficialmente adottate insieme all’Ak-12.

© RIPRODUZIONE RISERVATA