21 novembre 2019

Bruzzone: stop all’estremismo del ministro Costa

Il senatore Francesco Bruzzone (Lega) commenta una recente sentenza della Corte costituzionale che sconfessa la prassi di estremismo animalista del ministro Sergio Costa

Il senatore Francesco Bruzzone (Lega), vicepresidente della Commissione ambiente di palazzo Madama, è intervenuto in Senato per commentare una recente sentenza della Corte costituzionale che ha dato ragione alla regione Liguria, sconfessando la prassi del ministro dell’Ambiente Sergio Costa che ha adottato l’approccio di sindacare la costituzionalità di ogni atto legislativo di praticamente tutte le regioni italiane, emanato in materia faunistica. “Sono intervenuto oggi in aula”, si legge nel comunicato, “per stigmatizzare le scelte operate nel corso di questa legislatura da parte del Ministero dell'Ambiente, contro l'operato di parecchi consigli regionali italiani e più specificatamente per impugnare alla Corte Costituzionale le leggi emanate dalle regioni in materia di fauna selvatica. Recentemente la Corte Costituzionale ha dato ragione alla Liguria e torto al ministro Costa riguardo una legge regionale emanata in materia di tassidermia. Nel mio discorso ho messo in risalto quanto la componente politica del Movimento 5 Stelle non sia amica delle regioni e quanto sia dannoso l'estremismo animalista del Ministero dell'Ambiente che oltre a creare i noti problemi anche di natura economica, in questa occasione ha esposto il ministro ad una pessima figura”.

Per il video dell’intervento del senatore Bruzzone, CLICCA sul filmato qui sotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Le ultime prove