Gyor 2018: la competizione dei record

14 febbraio 2018
di Michele Cassano
Gyor 2018: la competizione dei record
La città magiara ospiterà la prima gara importante dell'anno aprendo di fatto la stagione che condurrà al Mondiale coreano

Il 2017 è ormai alle spalle e con le prime gare nel nord del Vecchio continente, suddivise fra Germania e Repubblica Ceca, la stagione 2018 del Tiro a segno è pronta a decollare e per farlo si comincerà come di consueto dagli Europei a 10 metri, che per quest'anno tornano nella città di Gyor.

Si, perchè la località ungherese dopo l'edizione del 2016 sarà nuovamente il teatro della kermesse ad aria compressa che in due anni ha aumentato il numero delle gare e dei motivi per essere seguita.

Saranno ben 48 le Federazioni presenti - un record - fra cui ovviamente l'Italia che, assieme ai padroni di casa dell'Ungheria, la Russia, l'Ucraina, la Germania. la Slovacchia, la Croatia, la Repubblica Ceca e la Norvegia schiererà una delegazione con più di quaranta atleti fra senior, junior e youth.

Complessivamente al via vi saranno quindi più di 1.150 tiratori (considerando anche le gare di Bersaglio mobile), i quali prenderanno parte alle competizioni individuali, che faranno il paio con gli 82 Mixed team per le gare di pistola e i 78 binomi per i contest di carabina. Di questo ricco plotone di atleti, ben 180 saranno giovani prospetti che andranno a caccia di un pass per l'Olimpiade giovanile di Buenos Aires 2018, da disputarsi il prossimo ottobre.

Foto: ISSF / Voice 2 Media

© RIPRODUZIONE RISERVATA