di Claudio Bigatti - 12 settembre 2019

Spuhr: l’Ar 10 tutto d’un pezzo

Al salone militare Dsei attualmente in svolgimento a Londra, la svedese Spuhr spiazza tutti con un progetto interessante…

Di cosa si tratta? Semplice, di un Ar 10 con fusto monolitico. Spieghiamo meglio, in pratica upper e lower receiver sono realizzati in un unico blocco, si tratta però di un prototipo in corso di validazione dell’idea: il progetto si chiama Spuhr enclosed receiver system.

Lo scopo dichiarato è migliorare sensibilmente la precisione delle piattaforme Ar che, come sappiamo, può essere negativamente influenzata dalla risonanza allo sparo inferta all’astina quando in appoggio su bipiede (chiaramente, in tiro prono e supportato con questo accessorio) e anche dai giochi nell’articolazione tra upper e lower receiver.

Come ha pensato di porvi rimedio la Spuhr? Appunto con un fusto monolitico e con una astina assemblata al fusto con un solido vincolo dato da un blocco di fissaggio anteriore a quattro viti, soluzione già vista da altre parti e che viene descritta dai produttori come equivalente in fatto di rigidità, a quella ottenibile da una astina integrata in un upper monolitico.

Per fare questo ovviamente, il fusto deve offrire delle soluzioni alternative per il montaggio/smontaggio dell’arma: in questo caso, una sorta di piastra posteriore attraverso cui sfilare il portaotturatore e un blocchetto o svincolo inferiore attraverso cui estrarre il pacchetto di scatto in blocco. Non solo, mostra anche un raccordo realizzato per stampo, tra il bocchettone di alimentazione e la base dell’attacco frontale dell’astina e una leva superiore sul lato sinistro, che probabilmente comanda lo svincolo della piastra e anche, forse, il gruppo dell’impugnatura con il blocchetto di scatto. Idea certo geniale e che comunque va ad aggiungersi alle numerose idee e accessori per migliorare e aggiornare la piattaforma di Stoner, vedremo poi se manterrà le promesse e diventerà un successo. Il nuovo fusto della Spuhr, comunque, mostra anche comandi ambidestri e una ottima finitura generale, per il resto come i dettagli delle componenti e lo smontaggio e un eventuale prezzo, bisogna aspettare ancora qualche tempo.

Nella foto sotto, si può notare la levetta superiore in apertura e osservando bene la zona dell’impugnatura, il fatto che impugnatura e ponticello non sono stabilmente integrati o “fusi” nello stampo del lower come solitamente accade.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Le ultime prove