di Claudio Bigatti - 30 novembre 2016

Le forze speciali olandesi scelgono l’Mcx

Adozione in vista per le forze speciali della marina olandese: la scelta sarebbe ricaduta sul Sig Sauer Mcx in calibro .300 Aac

Le forze speciali olandesi scelgono l’mcx

Avevamo annunciato l’intenzione delle forze speciali della marina olandese (Netherlands maritime special operations force - Nl-Marsof) di dotarsi di armi automatiche camerate in .300 Aac/Blk (7,62x35), adesso viene resa nota anche la piattaforma che utilizzerà tale calibro: si tratta del Sig Sauer Mcx. La versione prevista sarà con canna corta (Sbr), moderatore integrale e speciale calciatura per l’impiego di visiere balistiche; oltre alle armi si parla anche della fornitura di 1,82 milioni di cartucce con palla Fmj, subsonica e frangibile lead free. L’Olanda dunque, sarebbe il primo Paese ad adottare ufficialmente questa munizione non-Nato e anche uno dei primi fruitori ufficiali della nuova carabina modulare Sig Sauer Mcx.

Tale piattaforma, ricordiamo, impiega un sistema di funzionamento con pistone a corsa corta di tipo “tappet”, duplice molla di recupero montata sopra il portaotturatore e interamente contenuta all’interno dell’upper receiver, otturatore rotante tipo Stoner, leve di selezione e sgancio caricatore ambidestre. La versione in oggetto, molto probabilmente, adotta canna di soli 6,75 pollici.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA