di Claudio Bigatti - 03 ottobre 2018

“Baby boomer” … secondo Charter arms

Non è nato tra il 1945 e il 1964 come i Baby boomers ma fa rumore lo stesso: il revolver Charter arms Boomer infatti…

Bello non è certo bello, ma è sicuramente un compagno affidabile nei momenti difficili: il revolver della americana Charter arms Boomer è una versione compatta e particolare della più nota serie “Bulldog” camerata per il .44 special, calibro discretamente potente e recentemente tornato alla ribalta.
È una arma da difesa diciamo, ravvicinata, con canna di soli 2 pollici e totalmente sprovvista di mire, scatto in sola doppia azione (Dao) tramite cane esterno ma con cresta fresata: l’intento è dunque quello di evitare qualsiasi possibile appiglio durante l’estrazione.
La canna è con profilo leggermente conico e con due port superiori per cercare di diminuire il rilevamento allo sparo, il caratteristico alberino privo di qualsiasi protezione sotto la canna poi, conferisce al Boomer un discreto appeal vintage, nonostante la grande impugnatura monolitica in gomma e con incavi per le dita. Il tamburo ha una capacità di cinque cartucce, il fusto è realizzato in acciaio inossidabile e l’arma pesa scarica 567 grammi il che, visto il calibro, suggerisce anche un rinculo perlomeno “avvertibile” dalla mano del tiratore.
L’azienda sottolinea che le dimensioni e la compattezza generale dell’arma, consentono ancora il porto occulto di questo revolver che negli Usa, è in vendita a 443 dollari.





© RIPRODUZIONE RISERVATA