18 agosto 2019

Bronzo per Stanco/Pellielo

Il misto a squadre va alla coppia di San Marino Perilli/Berti, bronzo per gli azzurri. La protesta vibrante e accalorata di Albano Pera per i fattacci di ieri

Bronzo nel Trap Mixed Team per Silvana Stanco e Giovanni Pellielo,133/150 in qualificazione e poi 40/50 in finale per il terzo e quarto posto contro la Turchia di Safiye Sariturk e Murat Ilbilgi (39/50). Ha vinto la coppia di San Marino formata da Alessandra Perilli e Gan Marco Berti per 40 a 38 sulla Bulgaria (Selin Ali e Marinb Kirilov). L’altra squadra azzurra in gara, Italia2, della coppia di fatto, Jessica Rossi e Mauro de Filippis si è fermata a 128/150. Ma tutto l’ambiente del tiro italiano e Mauro de Filippis avevano la testa altrove. Non si placano le polemiche sull’atteggiamento antisportivo di Alexei Alipov e sulla benevola partecipazione dei giudici al furto della carta olimpica ai danni appunto di Mauro De Filippis. È nota l’antisportività di Alipov, che protesta di fronte all’evidenza, ma quello che è successo ieri ha dell’incredibile, ripetiamo: furto con scasso. Di seguito il racconto di quanto accaduto da parte del Dt della Fossa Olimpica Albano Pera, in italiano e in inglese nella speranza che tutti capiscano il danno procurato all’Italia. Per riparare forse non c’è nemmeno la speranza, forse la vergogna potrà incidere per il futuro.

Albana Pera: “Wc Lahti Questo è il piattello (https://www.facebook.com/ISSF.Shooting/videos/1247185818792176?s=1846910701&v=e&sfns=mo) che nella finale di oggi Alipov ha sparato al minuto 35 del video. L’arbitro ha dato il cartellino giallo ad Alipov per non aver rispettato i 12 secondi. Alipov ha dovuto ripetere il piattello, ha sparato lo stesso piattello centrale ed ha fatto ZERO.
Alipov ha reclamato e il Jury ha deciso che il piattello non doveva essere centrale, ma sinistro asserendo che, riguardando il video, Alipov aveva sparato un piattello sinistro.
TUTTI POTETE VEDERE CHE NON È VERO!!! ERA UN PIATTELLO CENTRALE, ESATTAMENTE COME QUELLO SPARATO PRIMA!!
Nonostante le mie proteste però hanno fatto ripetere Il piattello che è stato colpito. Per questo motivo l’Italia ha perso una carta olimpica!
QUESTO È UN FURTO!!! VERGOGNA!!! BASTA!!!
Nemmeno la prova video è stata sufficiente!! Hanno visto quello che hanno voluto vedere!
QUESTO È IL TIRO NEL 2019!!

Albano Pera ci raccomanda di rassicurare tutti: “Abbiamo la possibilità di portare a casa le due carte olimpiche con l’Europeo di Lonato a inizio settembre (ci sono due pass in palio, ndr) e poi a quello del prossimo anno che si disputerà in Francia (qui si assegna solo una carta, ndr), poi ce ne una che sarà assegnata con il Ranking dove noi italiani siamo ben messi. Ho voluto alzare la voce perché la protesta era naturale e dovuta, ma nessuno ha deposto le armi, qui noi non molliamo, lotteremo contro tutti e contro tutto, contro la malasorte, contro le ingiustizie, nessun alibi, statene certi”.

Chiuso il capitolo amaro del Trap, va in pedana lo Skeet che da tempo ha risolto le pratiche delle carte olimpiche. La squadra di Skeet del Dt Andrea Benelli, che inizierà la gara il 20 agosto, finale femminile il 21, il 22 quella maschile, entrambe con inizio alle 17.08.

LA SQUADRA AZZURRA DI SKEET

Men: Luigi Agostino Lodde (Esercito) di Sassari, Elia Sdruccioli (Esercito) di Ostra (AN), Marco Sablone (Fiamme Oro) di Roma.

MQS: Erik Pittini (Fiamme Oro) di Priola di Sutrio (UD).

Ladies: Martina Bartolomei (Esercito) di Arezzo, Chiara Di Marziantonio (Esercito) di Cerveteri (RM), Francesca Del Prete (Fiamme Oro) di Cisterna di Latina (LT).

Direttore Tecnico: Andrea Benelli.

Capo Delegazione: Fiorenzo De Rosa.

Preparatore Atletico: Fabio Partigiani.

Fisioterapista: Aldo Humberto Bionda.

PROGRAMMA

Martedì 20 agosto, Gara Skeet femminile (75 piattelli)

Mercoledì 21 agosto, Gara Skeet femminile (50 piattelli)

Finale Skeet femminile, ore 17.08 (ora di Roma)

Gara Skeet maschile (50 piattelli)

Giovedì 22 agosto, Gara Skeet maschile (75 piattelli)

Finale Skeet Maschile, ore 17.08 (ora di Roma)

© RIPRODUZIONE RISERVATA