di Claudio Bigatti - 29 October 2018

Il “tattico” in .45 Acp

La Tactical 73 amplia l’offerta di calibro nella serie Tac con l’ingresso del .45 Acp: il Tac 45 è compatto e autorevole …

L’azienda continua il suo percorso di espansione della gamma “Tac” e dopo il 9x21, offre adesso anche il .45 Acp: le versioni della serie spaziano dalle “pistole” (canne intorno agli 8 pollici) sino alle carabine (sino a 16 pollici) utilizzate nelle competizioni Pcc.
La versione mostrata nelle foto e con colorazione in Cerakote su richiesta di un cliente, adotta canna di 203 millimetri (8 pollici) e mostra calciatura regolabile polimerica Battlelink minimalist della Mission first tactical, impugnatura sempre polimerica e spegni fiamma a gabbietta tipo A2.
La serie Tac in calibri da pistola, utilizza lower receiver ottimizzati per i caricatori tipo Glock, in questo caso viene fornito un caricatore bifilare Glock 21 con capacità di 20 colpi. Il peso a vuoto del Tac 45 è di 2.560 grammi e costa al pubblico 1.690 euro.

Manetta di armamento e funzionamento

Una delle caratteristiche che salta all’occhio nella serie Tac è la presenza di una manettina di armamento laterale che sostituisce la T-Handle normalmente impiegata: soluzione comunque mantenibile, a richiesta del cliente. La manettina di armamento laterale è di tipo non reciprocante come la T-Handle, dotata di listello metallico posteriore che va a chiudere e proteggere la finestra di scorrimento.
Il sistema di funzionamento è a massa semplice con chiusura labile, la percussione è tramite cane interno con scatto tipo Ar 15, l’espulsore invece è fisso e di tipo a lamina e attraversa il corpo dell’otturatore sino a sopravanzarlo (particolare nella foto sotto); la leva di sgancio caricatore è posizionata sul lato destro del lower receiver: allungata in modo da poter andare ad agganciare i caricatori appunto, tipo Glock.

© RIPRODUZIONE RISERVATA