Il Giappone cambia ordinanza

Dopo 30 anni dalla sua adozione, il fucile d’assalto Type 89 va in pensione: arriva il nuovo Howa Type 20, sempre in 5,56x45

Ufficiosamente, alcuni mesi orsono era trapelata la notizia che la Howa con il proprio fucile, aveva vinto il concorso per sostituire l’ordinanza dell’esercito giapponese (Jgsdf-Japan ground self-defense force) tuttavia, l’immagine a commento era decisamente di bassa risoluzione e non consentiva valutazioni attendibili.
Recentemente, l’esercito giapponese ha pubblicato immagini di buona soluzione e ufficializzato l’adozione: sappiamo che l’Howa Type 20 calibro 5,56 pesa 3.500 grammi per una lunghezza di 780 millimetri con calcio aperto. E che adotta il lanciagranate Beretta Glx 160 40x46Sr.

Il Type 20 ha un upper receiver in lega di alluminio e probabile lower receiver in polimero, sistema di funzionamento con pistone a corsa corta e otturatore rotante multi alette, regolazione dei gas, comandi completamente ambidestri compresa manetta di armamento reversibile. Nelle foto, compare montata l'ottica variabile March Deon 1-8x24. La calciatura polimerica è ribaltabile ed estensibile, molto simile nel design a quella dell’Fn Herstal Scar.

Contestualmente al fucile d’assalto, è stata scelta anche la nuova pistola di servizio: si tratta della Heckler & Koch Sfp 9M calibro 9x19, che va a sostituire la precedente copia su licenza della Sig P220, prodotta localmente a partire dagli anni ’80 (foto sotto).

Sarebbe ancora in valutazione invece, una nuova mitragliatrice media calibro 7,62x51 destinata a sostituire la Type 62 in servizio dal 1962: nella foto sotto, la versione presentata dalla Sumitomo (presa dal brevetto dell’azienda) che produceva già il modello precedente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Le ultime prove