di Massimo Vallini - 10 giugno 2019

Fox vince ancora al Blade show

L’azienda coltellinaia di Maniago premiata al salone di Atlanta con l’overall knife of the year!
Grande risultato per Fox knives al Blade show 2019, evento più importante della coltelleria mondiale, che ha riunito ad Atlanta (Georgia) centinaia dei migliori coltellinai custom e delle aziende industriali. Il chiudibile Radius ha vinto il premio per il coltello dell'anno e il coltello importato dell'anno. Lo scorso sabato la coltelleria maniaghese ha messo a segno l’ennesimo prestigioso risultato che fa seguito alle vittorie del 2018 e del 2015. Il nuovo modello Radius è stato ideato dal giovane progettista Denis Simonutti collaboratore della Fox. La particolarità di questo coltello chiudibile non risiede esclusivamente solo nel suo accattivante design, ma anche nell’innovativo meccanismo di apertura e chiusura della lama che ha colpito molto la commissione esterna incaricata a giudicare i coltelli provenienti da tutto il mondo presentati nelle varie categorie.
Non nasconde l’emozione l’amministratore delegato Gabriele Frati: «È una grande soddisfazione per tutti noi, due anni consecutivi è veramente un risultato straordinario soprattutto considerando che i competitors internazionali sono sempre più agguerriti ed il livello di qualità e finitura dei prodotti è veramente alto ! La soddisfazione maggiore è che questo prodotto è nato ed è stato sviluppato completamente in azienda con l’aiuto di tutti i nostri collaboratori, un bel gioco di squadra un vero orgoglio! Voglio ringraziare mia moglie che dirige la Defcon 5, le mie figlie, mia madre che ancora mi aiuta nel dirigere l’azienda, il mio socio Andrea che dirige la produzione e tutti i nostri collaboratori! Adesso si parte nuovamente nel progettare la nuova sfida per il 2020».
Il mercato americano continua ad essere molto trainante per le aziende del distretto di Maniago, sempre impegnate a investire in innovazione per poter restare competitive in un mercato globale in continuo cambiamento caratterizzato da standard qualitativi sempre più elevati e clienti più esigenti. Un altro bel successo che rafforza la visibilità e l’apprezzamento dei prodotti realizzati dalle aziende maniaghesi.
Ben undici le categorie del premio Knife of the Year assegnato dalla rivista statunitense Blade magazine nel suo show internazionale. Oltre appunto all’Overall Knife of the year, che ha premiato il nuovo brevetto (pendente) di chiusura del Radius che ha conquistato anche il titolo di miglior coltello dell’anno d’importazione. American-made Knife of the year è stato proclamato il chiudibile automatico Microtech Socom elite. Più innovativo coltello americano è il leggerissimo Spyderco Para 3 Lightweight. Coltello importato dal design più innovativo è il taiwanese We Knife 037; “best buy” dell’anno è risultato il Crkt Ceo, dall’altro lato il coltello per collezione è invece il ProTech Warenski/Brend masterpiece custom. Il premio riservato alla qualità produttiva ha premiato quest’anno Chris Reeve Knives, mentre accessorio dell’anno è il braccialetto tattico Outdoor Edge Para spark; collaborazione dell’anno è tra Casstrom/Lars Fält/Cas Iberia per un semplice e versatile nuovo chiudibile lockback per il bushcraft. Coltello da cucina dell’anno è in realtà il set di quattro coltelli Apogee Dragon storm (set of 4). I coltellinai Mel Pardue e Tony Bose sono stati inseriti nella Cutlery Hall-Of-Fame, così come l’editor di Blade, Steve Shackleford.
© RIPRODUZIONE RISERVATA