22 novembre 2019

Fanzoj risveglia il drago

Una carabina creata dai maestri austriaci di Fanzoj, dedicata all’allegoria di uno degli animali più importanti della mitologia, il drago, e alle forze elementali

1/9

Un viaggio opulento nel mondo mistico e fantasy dei draghi e delle forze elementali, trasposto in un tripudio di incisioni, pietre preziose e altissima maestria armiera dagli artisti dell’austriaca Fanzoj. Migliaia di ore di lavoro di altissima precisione, nel corso di tre anni, per trasformare una carabina calibro .300 Winchester magnum su azione Mauser in un pezzo unico e irripetibile. Una vera sfida per il maestro incisore Franz Haas e il team creativo guidato da Daniela Fanzoj, che sono riusciti a incastonare nell’acciaio e nel legno sia lo spirito ancestrale del drago, sia la forza degli elementi: terra, aria, acqua, fuoco.

Oltre alla creatività incisoria, a rendere ulteriormente unica quest’arma sono anche i materiali preziosi che la arricchiscono: il platino, intagliato da una piastra dello spessore di 2,5 mm e incastonato nel calcio in radica di noce circasso selezionatissimo; l’ossidiana, a rappresentare la forza della terra, mentre a simboleggiare il fuoco è il riflesso profondo del rubino.

La canna è lunga 650 mm e l’arma è dotata sia di mire metalliche, sia di ottica Swarovski Z6i 2,5-15x44 tarata a 100 metri. Ammirate la gallery!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Le ultime prove