di Massimo Vallini - 06 marzo 2019

Beretta acquisisce Chapuis

L’azienda francese è appena passata sotto la bandiera italiana: nel suo comunicato Humbert spiega che questa acquisizione è destinata a creare nuove sinergie

Humbert, partner francese del gruppo Beretta, ha comunicato lo scorso 4 marzo che la holding del gruppo ha acquisito la quota di maggioranza di Chapuis armes, azienda di Saint Bonnet le Château, nella Loira, creata all'inizio del XX secolo. "Chapuis Armes ha un know-how unico e brevettato nella produzione di armi rigate”, si legge nel comunicato di Humbert. “Chapuis produce una gamma di fucili sovrapposti express e giustapposti, le nuove carabine Rols a riarmo lineare e i revolver Manurhin completano l'offerta. Si tratta di sovrapposti e giustapposti fini, a canna liscia o rigata, capaci di aumentare le linee di prodotto del gruppo Beretta, ansioso di preservare la tradizione della produzione armiera. Chapuis armes sarà in grado di svilupparsi per l'esportazione, beneficiando della rete di distribuzione del gruppo Beretta all'estero, pur restando stabilita sul mercato francese con una propria rete di distribuzione. Le sinergie in ricerca e sviluppo, forniture di materie prime e semilavorati, ingegneria, consentiranno a Chapuis di rafforzare il proprio segmento di mercato”.
Chapuis fino a oggi era un'azienda a conduzione famigliare, diretta da Vincent e David Chapuis, fiore all'occhiello del know-how francese in termini di armi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA