Stop ai richiami vivi

3 gennaio 2017
Stop ai richiami vivi
Il ministero della Salute ha pubblicato un comunicato nel quale rende noto il divieto di utilizzo di richiami vivi appartenenti all’ordine degli anseriformi e caradriformi, su tutto il territorio nazionale, per l'attività venatoria

Stop ai richiami vivi

Lo scorso 30 dicembre, il ministero della Salute ha pubblicato un comunicato nel quale rende noto il divieto di utilizzo di richiami vivi appartenenti all’ordine degli anseriformi e caradriformi, su tutto il territorio nazionale, per l'attività venatoria. Il motivo è legato al ritrovamento di un fischione selvatico morto in provincia di Gorizia, risultato positivo al virus influenzale tipo A, sottotipo H5N5 (un ceppo dell’influenza aviaria).