La classe di Rigby anche nei particolari

La classe di Rigby anche nei particolari

Una nuova cinghia per carabina e coprilenti per l’ottica da Rigby: in cuoio artiginale e di gran classe. Sul sito del gunmaker londinese

La carabina di Corbett torna in India

La carabina di Corbett torna in India

La leggendaria carabina del cacciatore di tigri mangiauomini, Jim Corbett, è stata riportata in India a supporto di una iniziativa di Rigby per la protezione della tigre

Gli armaioli di Rigby premiati dal Banco inglese

Gli armaioli di Rigby premiati dal Banco inglese

Cinque armaioli della squadra della John Rigby & Co. hanno ricevuto il riconoscimento per la qualità del loro lavoro da parte della Worshipful company of gunmakers, che è il Banco di prova inglese.

Le munizioni a marchio Rigby

Le munizioni a marchio Rigby

John Rigby, lo storico produttore londinese di armi fini, ha preparato una gamma di cartucce da caccia per fucile a canna liscia con proprio marchio, in collaborazione con Hull cartridges

La Big game di Rigby premiata e "orgogliosa"

La Big game di Rigby premiata e "orgogliosa"

John Rigby ha ricevuto il premio “Best new rifle” nell’edizione 2015 del Time inc shooting industry award, svoltosi a Coventry (Gran Bretagna). Il premio, giunto alla ventesima edizione, è il riconoscimento per le innovazioni e gli obiettivi raggiunti da un determinato modello di arma nell’anno precedente. Per Rigby, si tratta della carabina Big game

Rigby apre i libri sacri

Rigby apre i libri sacri

Rigby ha inaugurato un nuovo servizio per i possessori di fucili e carabine del leggendario produttore inglese di armi fini da caccia, che consentirà loro di conoscere dai registri aziendali le fondamentali informazioni sull'origine di tali armi

Torna il leggendario "Rising bite" di Rigby

Torna il leggendario "Rising bite" di Rigby

A 82 anni di distanza dall'ultimo esemplare prodotto, torna il leggendario express giustapposto "rising bite" di Rigby, così battezzato all'epoca a causa della particolare chiusura adottata, con il lungo chiavistello superiore. Tra la fine del XIX secolo e i primi anni del XX secolo fu apprezzato dai più importanti e facoltosi cacciatori di tutto il mondo, diventando una vera e propria icona