• Social

    Cerca nel sito

    Pioneer arms Pps 43c calibro 7,62 Tokarev
    08/02/14

    Pioneer arms Pps 43c calibro 7,62 Tokarev

    Il mitra più riuscito della seconda guerra mondiale, finalmente disponibile in versione demilitarizzata. Lo abbiamo provato per voi su Armi e Tiro di febbraio, eccovi un estratto in anteprima!

    Moisin Nagant 1891/30 calibro 7,62x54R
    21/10/09

    Moisin Nagant 1891/30 calibro 7,62x54R

    È l’arma a ripetizione manuale prodotta, probabilmente, nel maggior numero di esemplari. Ecco perché nelle armerie, ultimamente, si può trovare per cifre intorno ai 200 euro e forse per questo, complice anche l’aspetto un po’ rozzo, è snobbata dai “puristi” del collezionismo, quelli per intenderci che “se non è Mauser è un rottame”. Eppure è un’arma, oltre che significativa dal punto di vista storico per essere una delle gr...

    Rsaf Em2 calibro .280/30
    19/11/08

    Rsaf Em2 calibro .280/30

    Il crollo del reich germanico, nel 1945, mise a disposizione dei tecnici alleati il patrimonio inestimabile di brevetti e prototipi di armi messi a punto per la Wehrmacht. Si trattava, a volte, di semplici tentativi, che difficilmente sarebbero potuti sfociare in applicazioni concrete. Altre volte, si trattava di veri e propri colpi di genio, che avrebbero influenzato la progettazione dei successivi decenni. Particolare in...

    Winchester Lee Navy 1895 calibro 6 mm
    03/07/06

    Winchester Lee Navy 1895 calibro 6 mm

    Vai alla galleria delle fotoNegli anni Novanta del XIX secolo, tutti i principali Paesi stavano adeguando il proprio armamento in conseguenza della repentina evoluzione tecnica in corso. In particolare, per le armi lunghe, l’introduzione dei propellenti senza fumo aveva portato a una generica riduzione del calibro dei proiettili, pensionando ben presto il “lento e pesante” a favore del “piccolo e veloce”. Anche gli Stati Uniti avevano tutte le intenz...

    Beretta 18/30 calibro 9 mm Glisenti
    23/05/06

    Beretta 18/30 calibro 9 mm Glisenti

    Vai alla galleria delle fotoClicca qui per il filmato della prova a fuocoLa carabina semiautomatica Beretta 18/30 rappresenta il punto d’arrivo di un’evoluzione iniziata nel corso della prima guerra mondiale, allorché ci si rese conto che la pistola mitragliatrice binata Fiat 1915 era utilissima, ma assolutamente scomoda da trasportare negli assalti. Per questo scopo, sarebbe stata molto più efficace un’arma più leggera e, soprattutto, dotata di una ...

    Steyr 1911 e 1912 calibro 9 mm Steyr
    18/01/06

    Steyr 1911 e 1912 calibro 9 mm Steyr

    Vai alla galleria delle fotoLa Steyr 1911, Steyr “hahn” confidenzialmente, fu adottata nel 1912 dall’esercito austroungarico, seguendo di pochi anni l’adozione della Roth Steyr 1907. Mentre, però, quest’ultima era stata sviluppata in funzione delle esigenze della cavalleria, la Steyr hahn era progettata per un utilizzo militare più generale. Tozza e massiccia, utilizza una munizione di buona potenza, paragonabile al 9 mm parabellum tedesco. Sebbene f...

    Cz 52 calibro 7,62x25
    24/10/05

    Cz 52 calibro 7,62x25

    Vai alla galleria delle fotoLa Cz 52 è il solo esempio di applicazione su pistola automatica del brevetto Stecke relativo alla chiusura a rulli. Edward Stecke, tecnico polacco, aveva infatti registrato negli Stati Uniti un progetto di mitragliatrice a cui era stato assegnato il brevetto numero 2089671 il 10 agosto 1937. I tedeschi, dopo l'invasione della Polonia nel 1939, sfruttarono gli studi e i prototipi trovati e ne applicarono i principi sulla ...

    Beretta 34 e 35 all'estero
    18/10/05

    Beretta 34 e 35 all'estero

    Vai alla galleria delle fotoAl momento dell'armistizio, nel settembre 1943, le forze armate tedesche in Italia divennero forze d'occupazione. Oltre 600.000 soldati italiani furono disarmati dai militari tedeschi, con il risultato di ingenti quantitativi di armi requisite. La città di Gardone e la fabbrica Beretta vennero immediatamente poste sotto il controllo nazista. Il 28 settembre 1943, Mussolini fondava la Repubblica sociale italiana nell'Ita...

    La legenda dei simboli
    18/10/05

    La legenda dei simboli

    Legenda:1) Punzoni di accettazione militare tedesca del primo tipo, senza svastica2) Punzoni di accettazione militare tedesca del secondo tipo, con svastica3) Controllo di qualità italiano, periodo Rsi, per armi destinate ai tedeschi4) Marchio del grossista Geco, apposto sulle armi destinate al mercato commerciale tedesco5) Punzone di accettazione militare italiano6) Punzone del Banco di prova di Gardone Val Trompia (Bs) apposto sulle armi destinate al mercato...

    Mauser C96
    18/10/05

    Mauser C96

    Vai alla galleria delle fotoCent'anni fa, nel 1896, cominciava a essere ingegnerizzata per la produzione una pistola semiautomatica brevettata in Germania l'11 dicembre 1895. L'arma non aveva una denominazione ufficiale: era semplicemente nota con il nome di Construktion 96, che identificava il modello d'officina. Un nome che, abbreviato in C96, era destinato a diventare famoso nel mondo. Non che il nome Mauser fosse sconosciuto: dobbiamo pensare...

    Luger svizzera modello 1900
    18/10/05

    Luger svizzera modello 1900

    La nostra storia ha inizio il 4 maggio 1900, quando il parlamento svizzero, dopo una lunga serie di prove, adottò la pistola di Georg Luger come Pistole, ordonnanz 1900, system Borchardt-Luger. Le specifiche erano le seguenti: calibro 7,65 mm, canna lunga 120 mm, rigata a quattro principi con passo di un gior in 250 mm, peso senza caricatore 835 grammi. Il primo lotto, di 2.000 pezzi (consegnate tra il 1901 e il 1902), fu consegnato direttamente dalla Dwm (Deutsche wa...

    Sig P210, la saga
    18/10/05

    Sig P210, la saga

    Tutto cominciò nel 1937, quando la Sig acquistò la licenza per produrre pistole basate sul sistema di chiusura Petter, utilizzato nella nuova ordinanza francese Sacm 1935. Da quel momento, iniziò uno studio volto a migliorare le caratteristiche del progetto. Il primo punto di arrivo si ebbe nel 1944, quando fu iniziata la produzione (su limitatissima scala) della Selbslade pistole Neuhausen 44/16 calibro 9 mm parabellum. L'arma aveva un caricatore bifilare da 16 colp...

    Walther Pp, Ppk e Ppk/s
    18/10/05

    Walther Pp, Ppk e Ppk/s

    Introdotta nel lontano 1929, la Walther Pp (Polizei pistole) si è subito affermata come pistola per difesa personale grazie alla maneggevolezza, al sistema di sicure e allo scatto in doppia azione. Nel corso di una produzione pluridecennale, che continua ancor oggi, molte sono state le varianti ai modelli fondamentali, gli esemplari sperimentali e le modifiche nei materiali: esaminiamo l'evoluzione di questa leggendaria pistola semiautomatica.L'arma originale...

    Makarov calibro 9x18
    18/10/05

    Makarov calibro 9x18

    È una vecchia conoscenza del nostro mercato: i primi esemplari, catalogati nel lontano 1984 (numero 3.912), diedero legittima soddisfazione ai molti appassionati di armi Ex ordinanza provenienti dall’Est europeo. Si trattava, però, di armi catalogate non già per l’originale 9 mm Makarov, ma per un suo "sosia", il 9x18 Police (o 9 Ultra). Ciò ha comportato, inevitabilmente, la sostituzione (e distruzione) delle canne o...

    Mannlicher 88 e 95 calibro 8x50R
    16/09/05

    Mannlicher 88 e 95 calibro 8x50R

    Vai alla galleria delle fotoÈ sicuramente il fucile più conosciuto, tra i vari modelli ideati da Ferdinand von Mannlicher. Deriva dalla carabina modello 1888 e ne rappresenta una versione leggermente ridimensionata e rinforzata nel sistema di chiusura.Questo fucile, fabbricato negli arsenali di Steyr e Budapest, è stato adottato da Austria, Bulgaria, Ungheria e Grecia ed era l’arma di ordinanza austriaca durante la prima guerra mondiale. Gli eventi b...

    Schmidt Rubin 1889, 1896, 1911 e 1931 calibro 7,5x55
    16/09/05

    Schmidt Rubin 1889, 1896, 1911 e 1931 calibro 7,5x55

    Vai alla galleria delle fotoCome è avvenuto per molti fucili "moderni", quest’arma è nata dalla collaborazione tra i progettisti dei sistemi di sparo e gli esperti delle fabbriche di munizioni. Dalla prima versione, caratterizzata da un lunghissimo otturatore, con un serbatoio della capacità di 12 cartucce, che montano una palla di piombo avvolta in carta paraffinata, si è passati per stadi intermedi al modello K31, del quale sono state approntate...

    Springfield 1903 calibro .30-06
    16/09/05

    Springfield 1903 calibro .30-06

    Vai alla galleria delle fotoGli Stati Uniti adottarono questo fucile nel 1903 in sostituzione al precedente Krag-Jorgensen calibro .30-40. La scelta di un meccanismo di chiusura derivato dal Gewehr ’98, conferma una volta di più la validità dell’invenzione di Paul Mauser.La prima versione di questo fucile aveva un alzo a ritto con cursore ed era caratterizzata dal calcio dritto, senza scanalature di presa sotto la canna e dalla baionetta a stilo ...

    Mosin Nagant calibro 7,62x54R
    16/09/05

    Mosin Nagant calibro 7,62x54R

    Vai alla galleria delle fotoNato dalla collaborazione tra Serghiej Mosin, colonnello dell’artiglieria zarista e i fratelli Nagant, che progettarono il sistema di caricamento, in tutti i suoi modelli si mantiene meccanicamente simile. Coevo del nostro Carcano, è stato in dotazione agli eserciti del patto di Varsavia sino a pochi decenni or sono. Copie quasi identiche sono state adottate dalla Cina e dalla Finlandia (in quest’ultimo caso, con il nome d...

    Carcano 1891 calibro 6,5x52
    15/09/05

    Carcano 1891 calibro 6,5x52

    Vai alla galleria delle fotoCominciare con un pezzo di storia italiana è quasi un obbligo. Il ‘91 ha accompagnato i nostri nonni e i nostri padri lungo il periodo che va dai primi scontri coloniali agli ultimi respiri della repubblica di Salò. In mano alle forze dell’ordine, le versioni da cavalleria e per truppe speciali hanno proseguito la carriera per altri trent’anni. Meccanicamente semplice e abbastanza preciso, riprende il tipico serbatoio di a...

    Ex ordinanza, che passione!
    15/09/05

    Ex ordinanza, che passione!

    Verso gli anni Settanta apparvero, nelle armerie, i primi esemplari di ‘91 italiani ed Enfield, orrendamente "castrati" con l’inserimento, nelle camere di scoppio e nelle canne, di spine d’acciaio passanti. Il prezzo, di 14-16.000 lire, era alto per allora, ma ad alcuni pareva già di toccare il cielo con un dito: poter attaccare al muro un pezzo di storia, seppure inerte, o giocarci in salotto, sembrava già una conquista. Poco importava che bisognasse denunciare que...

    Carl Gustafs 96, 38 e 41 calibro 6,5x55
    15/09/05

    Carl Gustafs 96, 38 e 41 calibro 6,5x55

    Vai alla galleria delle fotoQuando la Svezia decise di adottare un fucile con caratteristiche "moderne" per la propria fanteria, apparve logico rivolgersi al fornitore del precedente moschetto corto modello ’94, la tedesca Mauser werke. Il nuovo fucile, derivato dalla versione già allestita per la Spagna nel 1893, in calibro 7x57, mantenne le migliorie apportate dalla fabbrica a questo modello. L’estrattore di nuovo tipo, non rotante, risulta fissa...

    Enfield P17 calibro .30-06
    15/09/05

    Enfield P17 calibro .30-06

    Vai alla galleria delle fotoQuesto modello di fucile è nato da uno stato di necessità in cui gli Stati Uniti si sono trovati, durante il primo conflitto mondiale, al momento di inviare un corpo di spedizione nel teatro bellico europeo. L’esigenza di produrre un’arma funzionale in tempi brevissimi portò a modificare leggermente la meccanica dell’Enfield P14 (prodotto in quel momento per l’esercito britannico), per renderlo atto a sparare la cartuccia ...

    Lee Enfield calibro .303 British
    15/09/05

    Lee Enfield calibro .303 British

    Vai alla galleria delle fotoUn’ordinanza dal lungo e onorato servizio in tutti i teatri bellici degli ultimi cent’anni. Generata dal Lee-Metford, inizialmente sparava una cartuccia a polvere nera. Ha terminato la sua evoluzione come carabina civile destinata alla caccia, sotto le etichette Parker-Hale e Long Branch.Per i collezionisti, riuscire a districarsi in tutta la foresta di Mark, asterischi, pattern, modelli ricavati per conversione dai preced...

    Ross 1905 Mk II calibro .303 British
    14/09/05

    Ross 1905 Mk II calibro .303 British

    Vai alla galleria delle fotoIl mio mestiere mi porta, sovente, a girare per l’Italia. Proprio durante questo quotidiano peregrinare mi sono imbattuto, presso una nota armeria toscana, nel fucile oggetto di queste note. Armi di questo tipo si trovano con difficoltà, quindi ho approfittato immediatamente dell’occasione per fotografare e provare il pezzo e trarne lo spunto per questo articolo. Il soggetto, causa di tanto interesse, è una vecchia ordinan...

    Moschetto '91 cavalleria Moschettieri del duce
    14/09/05

    Moschetto '91 cavalleria Moschettieri del duce

    Il corpo dei moschettieri del duce fu istituito l’11 febbraio 1923, in seno alla Mvsn (Milizia volontaria sicurezza nazionale), costituita a sua volta il primo febbraio dello stesso anno. Sembra che il nome del reparto derivasse da quello di una squadra di azione fascista, "la moschettiera", i cui appartenenti costituirono il primo nucleo di questo reparto. Se, ufficialmente, la milizia era incorporata nelle forze armate, in realtà costituiva il braccio armato ...