I benpensanti svedesi al delirio totale

12 aprile 2017
I benpensanti svedesi al delirio totale
Dopo il tragico attentato di Stoccolma, una editorialista svedese lancia la proposta geniale: vietare l'uso delle auto nelle città del Paese scandinavo! Siamo al delirio totale...

L’editorialista Eva Franchell, del periodico svedese Aftonbladet, sta facendo discutere in tutta Europa per la proposta, più delirante che provocatoria, per impedire il ripetersi di attentati come quello appena svoltosi a Stoccolma: proibire alle automobili la circolazione nelle città! La giornalista motiva la proposta argomentando che le automobili sono “efficaci macchine di morte” e che sono “facili da rubare e praticamente impossibili da arrestare”, concludendo che “non è ragionevole che un grosso camion possa essere guidato in una delle strade più popolate di Stoccolma, un venerdì pomeriggio prima di Pasqua”.
Per quanto riguarda gli inevitabili problemi pratici, la giornalista argomenta che “i problemi relativi alla mobilità e al trasporto pubblico possono essere risolti e i rifornimenti per negozi e ristoranti possono essere effettuati quando le persone non si trovano in strada”.
La stessa proposta è stata avanzata qualche settimana prima da Karolina Skog, ministro per l’ambiente svedese, seppur con motivazioni completamente diverse, ma altrettanto deliranti: secondo la Skog, infatti, oltre alla questione dell’inquinamento ambientale, la circolazione delle auto è un problema “di genere”, in quanto “le auto sono guidate in maggioranza dagli uomini, quindi dando così tanto spazio alle auto, stiamo dando un sacco di spazio agli uomini, a spese delle donne”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA